E' ufficiale: il Canone Rai si pagherà in bolletta

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia 150€ su Luce e Gas, è Gratis!

Esistono tanti modi per risparmiare in bolletta, confronta le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

canone rai bolletta

Offerte luce che rimborsano il canone Rai Qual è la migliore offerta che rimborsa il canone Rai? Abbiamo fatto i calcoli e stilato una lista!

Lo avevamo annunciato tempo fa: quella che sembrava essere solo un’ipotesi sarebbe divenuta realtà nel nuovo anno. E così è stato: a luglio 2016 ci sarà il primo addebito del canone Rai nella bolletta di energia elettrica e comprenderà le rate da gennaio a luglio.

...

Il Canone Rai si pagherà in bolletta. Prima rata a luglio.

La notizia sta creando non poca agitazione tant’è che lo sportello dell’Unione Nazionale Consumatori è tempestato di chiamate da parte chi vuole capire il funzionamento di questa nuova ed in parte complessa modalità di pagamento del Canone Rai.

Vediamo passo per passo cosa c’è da sapere

Come segnalato dall’UnC le situazioni in cui il rischio di confusione è maggiore sono:

  • quando l’intestatario del contratto di fornitura elettrica è diverso dall’intestatario dell’abbonamento Rai. Ad esempio, se in casa l’utenza elettrica è intestata a tuo marito mentre l’intestatario dell’abbonamento eri tu, ricordati che verrà chiesto a tuo marito il pagamento del Canone Rai, attraverso l’addebito tramite la bolletta della luce e quindi non sarai più tu a dover versare il Canone;
  • per chi paga la tariffa D3: ovvero gli utenti residenti con impegno di potenza superiore ai 3 kW ed i non residenti. I non residenti non devono pagare il Canone Rai! Bisognerà dunque fare attenzione a distinguere queste due categorie di utenti!

Prima di proseguire con l'articolo, ti consigliamo il nostro video in cui troverai una spiegazione al fatto che il Canone Rai verrà pagato direttamente nella bolletta della luce: quando pagarlo, quali saranno le modalità di fatturazione e chi ne è esonerato.

 

Alcune regole utili

L’Unione Nazionale Consumatori ha messo a disposizione degli utenti una lista di regole da seguire per il pagamento del Canone Rai in bolletta. Guardiamo insieme le più importanti!

  1. Paga chi possiede una tv: fin qui nulla di nuovo! L’unico inconveniente è che verrà dato per scontato il possesso della tv dove è presente un’utenza elettrica intestata nel luogo di residenza del soggetto. Ecco perché se così non fosse, ovvero non sei in possesso della tv, dovrai segnalarlo tramite autocertificazione all’Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale I di Torino - Ufficio territoriale di Torino I – Sportello S.A.T. .La dichiarazione varrà per l’anno in cui è stata presentata. Dovrà quindi essere ripresentata ogni anno!
  2. Non anticipate l’invio dell’autocertificazione: Attendete la richiesta indebita del pagamento in bolletta del Canone Rai. Poi procedete all’invio dell’autocertificazione. La forma e le procedure di redazione dell’autocertificazione sono ancora da definirsi con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate stessa. Mandate successivamente l’autocertificazione in tempo utile.
  3. Importo: Sarà pari a 100 €, ovvero 13,50 € in meno rispetto allo scorso anno.
  4. Esenzione dal pagamento del canone Rai: è tuttora garantito ai soggetti di età pari o superiore ai 75 anni, ma è aumentata la soglia di reddito per usufruire del diritto. Il limite di reddito è stato aumentato a 8.000 € annui.
  5. Possessori di seconda casa: il canone andrà pagato una volta soltanto! Quindi se possedete una seconda casa con televisore non dovrete pagare un secondo abbonamento.

Cosa resta invariato?

La disdetta del pagamento del Canone Rai può essere effettuata, così come accadeva precedentemente, se, oltre a non possedere la tv:

  • Hai ceduto a terzi tutti gli apparecchi televisivi in tuo possesso. In tal caso dovrai chiedere la disdetta del pagamento comunicando le generalità e l’indirizzo del nuovo possessore.
  • Non possiedi più alcun televisore. Sarà bene allegare la ricevuta di rottamazione nel caso lo avessi portato in discarica. Nel caso di furto, allega il documento della denuncia.
  • Morte del titolare dell'abbonamento. L’erede già abbonato deve richiedere l’annullamento dell’abbonamento intestato al defunto, mentre se non è abbonato può richiedere l’intestazione dell’abbonamento a proprio nome.

Il Canone Rai si paga anche per tablet e pc?

Così come si legge dal sito della Rai, sono assoggettabili a canone tutte le apparecchiature munite di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva.

Ne consegue ad esempio che di per sé i personal computer, anche collegati in rete (digital signage o simili), se consentono l’ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non attraverso la ricezione del segnale terrestre o satellitare, non sono assoggettabili a canone.

Insomma, i cambiamenti creano sempre un po’ di stress soprattutto se di indubbia utilità, ma anzi sono portatori di complicazioni aggiuntive! Ecco perché munirsi delle dovute precauzioni onde rischiare di incorrere nel pagamento di sovrattasse o peggio ritrovarsi a pagare due volte il Canone Rai!

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche