Minimo storico per le interruzioni di energia elettrica

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia 150€ su Luce e Gas, è Gratis!

Esistono tanti modi per risparmiare in bolletta, confronta le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Quante volte un’improvvisa interruzione della corrente elettrica ci ha costretti ad accendere le candele in casa?

L’atmosfera romantica forzata non rende felici nessuno, soprattutto perché ad interrompersi non è soltanto l’illuminazione di casa, ma anche la corrente di tutti gli apparecchi elettronici, modem di internet compreso. Un incubo che diventa realtà, soprattutto per il nostro frigo .

Ma dall’Autorità per l’energia elettrica arriva un bella notizia: dal 2000 sono in calo del ben 72% i minuti di interruzione della corrente elettrica.

Il 2014 registra un nuovo minimo storico nazionale per l’interruzione di corrente elettrica a responsabilità dei distributori. La media nazionale si attesta a 37 minuti di interruzioni senza preavviso (con un calo di 2 minuti rispetto al 2013) ed a 3 interruzioni in numero assoluto nei 12 mesi.

Sapevi che… sono previsti dei rimborsi in caso di interruzione di energia elettrica che superi le 8 ore consecutive?

Il meccanismo di premi e di penalità introdotto dall’Autorità con la delibera 534/2015/R/eel ha contribuito alla diminuzione delle interruzioni nel servizio offerto dai distributori di energia elettrica.

I dati raccolti dall’Autorità:

  • Escludono le interruzioni dovute ad eventi meteorologici incontrollabili e violenti;
  • Include le interruzioni lunghe, superiori ai tre minuti, e le interruzioni brevi, comprese tra 2 secondi e tre minuti.

Differenze tra Nord e Sud del Paese!

Le interruzioni di energia elettrica dividono il Paese: la corrente elettrica si è interrotta 23 minuti in più al sud rispetto che al nord Italia. Ad incidere sulla differenza sono gli episodi di furto di rame: infatti tali episodi hanno determinato 103 minuti di interruzioni per utenti di alcune aree del Sud.

Che posto abbiamo nella classifica europea?

Difficilmente da quanto si potrebbe pensare, in fatto di interruzioni non siamo affatto i peggiori in Europa, anzi l'Italia si classifica tra i Paesi con la rete di distribuzione di energia elettrica piu efficiente. Dal 1999 ad oggi abbiamo avuto un calo di interruzioni da circa 200 minuti a poco meno di 50 minuti nel 2010. Segno questo che il servizio dei nostri distributori di energia elettrica ha visto un netto miglioramento rispetto al passato.

...

Saltata la corrente, e adesso?

La prudenza non è mai troppa!

Vero è che le interruzioni sono diminuite, ma meglio farsi trovare preparati nel caso in cui il nostro quartiere fosse vittima di un black out improvviso. Chi possiamo chiamare quando l’interruzione della corrente prosegue più del dovuto? La risposta non è il nostro fornitore di energia ma il servizio pronto intervento del distributore di competenza della zona.

La corrente non va via solo a causa del black out

Nella maggioranza dei casi ci si ritrova senza corrente elettrica per il mancato pagamento delle bollette sia dovuto ad un ritardo dell’utente che alla non ricezione della bolletta da perte del fornitore di energia elettrica. Ecco perché è utile conoscere le tempistiche di riattivazione della luce in caso di morosità oppure tenere d’occhio l’arrivo delle bollette da parte del proprio fornitore e, nel caso di mancata ricezione, avere premura di contattare il servizio clienti del fornitore per conoscere i motivi del ritardo e sollecitarne l’invio onde evitare il recapito di più di una bolletta nello stesso mese.

Non ti quadra qualcosa in bolletta?
Chiama lo 010.848.01.61 (costo chiamata nazionale), attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 oppure richiedi un check-up alla tua bolletta.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche