COP 21: conseguenze del riscaldamento climatico

SicurinsiemeSicurinsieme

Risparmia sulle Bollette Luce e Gas con SicurInsieme!

Unisciti al Gruppo d'Acquisto SicurInsieme! Pre-iscrizione gratuita e nessun vincolo: più siamo, più risparmiamo!

SicurinsiemeSicurinsieme

Risparmia sulle Bollette Luce e Gas con SicurInsieme!

Unisciti Gruppo d'Acquisto SicurInsieme! Pre-iscrizione gratuita e nessun vincolo: più siamo, più risparmiamo!

...

Partirà lunedì la Conferenza sul clima a Parigi!

Esattamente lunedì prossimo prenderà il via a Parigi la COP 21, la XXI Conferenza delle Parti della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici. Si incontreranno 195 Paesi, impegnati per giungere ad un accordo contro i cambiamenti climatici.


Documentarsi rispetto a cosa si intende per riscaldamento climatico, quali ne sono le cause, le conseguenze e le azioni necessarie per combatterlo è il modo migliore per prepararsi in questo percorso di attesa verso la COP 21!

Dopo avervi parlato delle principali cause dell'aumento della temperatura terrestre, è arrivato il momento di fare un passo in avanti ed affrontare le conseguenze di tale surriscaldamento e rispondere alla domanda: è davvero così temibile da richiedere una mobilitazione mondiale?

Quali sono i segni evidenti del riscaldamento globale?

Le conseguenze dell’aumento delle temperature sono già largamente visibili ed investono tutto il pianeta.

Innalzamento del livello dei mari!

L’eccessivo aumento della temperatura atmosferica provoca lo scioglimento dei ghiacciai ed il conseguente aumento del livello dei mari. Oltre a determinare squilibri degli habitat marini, ciò causa gravi conseguenze per noi esseri umani:

  • l’innalzamento provoca il rischio di sommersione di intere zone collocate ad un basso livello dal mare. Sia Londra che Venezia potranno non esistere più tra un migliaio di anni e così altre importanti capitali europee come Dublino, Barcellona, San Pietroburgo.
  • Disponibilità di acqua di buona qualità destinata al consumo umano.

Cambiamenti dei fenomeni naturali

  • Disequilibri stagionali, con aumento di siccità e fenomeni di inondazione;
  • Cambiamenti nel settore agricolo: i ricercatori dell’International Food Policy Research Institute (IFPRI) indicano il 2050 come la data entro cui le coltivazioni di quattro principali prodotti primari - mais, patate, riso e frumento - subiranno radicali cambiamenti a causa dei cambiamenti stagionali ed i coltivatori saranno costretti a piantare nuove colture.

Un clima più aggressivo!

L’incalzare del riscaldamento climatico e gli effetti elencati sinora compartecipano dunque all'intensificarsi del fenomeno di estremizzazione delle condizioni meteorologiche!

Secondo il rapporto UNISDR (United Nations Office for Disaster Risk Reduction) pubblicato in vista della COP 21,  i disastri legati al clima come ad esempio inondazioni, ondate di caldo e tempeste hanno provocato negli ultimi 25 anni 606mila vittime, una media di 30 mila persone l’anno, senza contare i 4,1 miliardi di persone ferite e lasciate in condizioni di emergenza.

Abbiamo già dunque avuto modo di costatare in maniera diretta le conseguenze di un clima meno clemente che conduce nel peggiore dei casi a vere e proprie catastrofi naturali! Uragani, tempeste torrenziali, sbalzi di temperatura, ondate di calore e piogge intese ci costringono già a prendere precauzioni adeguante per limitare i danni ed intendificare i sistemi di allarme.

Rischi sanitari e sociali del riscaldamento climatico!

Il riscaldamento climatico determina conseguenze negative non solo al pianeta, ma anche alla nostra salute! I fenomeni di cambiamento descritti determinano infatti gravi ripercussioni sociali, politiche ed economiche che impattano in maniera diretta la nostra quotidianità ed il nostro corpo.

  • Le ondate di calore mettono a rischio soggetti come anziani, persone affette da malattie, persone povere che vivono in condizioni abitative disagiate;
  • Aumento di patologie attribuibili agli inquinanti atmosferici, come ad esempio l’ozono;
  • I cambiamenti stagionali determinano mutamenti nella distribuzione spaziale e nell'intensità delle malattie sia virali che infettive;
  • L'aumento di profughi climatici: ovvero persone costrette a migrare a causa degli eventi climatici estremi provocati dal riscaldamento globale o a causa dell'inquinamento atmosferico

Capire le conseguenze ci aiuta a reagire!

Alla luce di tutto questo, possiamo ampiamente rispondere alla domanada posta all'inizio dell'articolo, ovvero il riscaldamento è così temibile da necessitare una mobilitazione mondiale? La risposta è ovviamenti SI!

Prendere coscienza di come siano presenti le conseguenze del cambiamento climatico è uno dei primi passi da compiere per determinare un intervento concreto da parte di tutti, ad iniziare dalle istituzioni sino ad arrivare ai piccoli gesti quotidiani!

Più tardi sarà troppo tardi!

E' questo uno degli slogan della COP 21 per invitarci a tenere gli occhi puntati su Parigi ed auspicare che i Paesi partecipanti riescano a trovare un accordo per salvare le sorti del nostro pianeta e della vivibilità dello stesso. Solo un’azione forte ed unitaria da parte di tutti permetterà di limitare i danni causati dal riscaldamento climatico!

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche