Come fare la richiesta per una verifica del contatore dell'acqua?

Sorgenia Amazon offertaSorgenia Amazon

Buono Amazon 100€ se attivi oggi luce e gas con Sorgenia!

Prezzo super competitivo fisso per 1 anno: luce a 0,028 €/kWh notte e giorno e gas a 0,15 €/Smc, nessun vincolo contrattuale e sconto di 60€ se porti un amico in Sorgenia.


Hai ricevuto una bolletta dell'acqua sproporzionata rispetto ai tuoi consumi? In caso di bolletta anomala le possibili cause sono due: un malfunzionamento del contatore dell'acqua oppure una perdita nascosta che non abbiamo potuto vedere.
Se hai il dubbio che il contatore non funzioni correttamente ecco come richiedere una verifica del suo funzionamento al gestore locale.

verifica contatore acqua

Verifica il contatore dell'acqua

Il contatore dell'acqua è uno strumento semplice che ha il compito di misurare esattamente il consumo dell'acqua dell'utente. In base al consumo registrato dall'apparecchio viene poi fatturata al cliente la bolletta dell'acqua. Il volume di consumo indicato nel quadrante si riferisce al totale dei metri cubi conteggiati dall'installazione dello stesso.

Per calcolare il consumo in un certo periodo di tempo è necessario effettuare la sottrazione del consumo di due letture: all'inizio e alla fine del periodo considerato. Il consumo di acqua rilevato dovrebbe corrispondere in maniera esatta, o quasi, alla quantità che è uscita dai rubinetti di casa.
Il contatore dell'acqua, come tutti gli strumenti di misura, presenta una tolleranza di lettura dal 2% al 5%.

Effettua una prova prima di chiedere la verifica del contatore dell'acqua

Il contatore è di proprietà della ditta distributrice ed il cliente non può in alcun modo manometterlo, sostituirlo o spostarlo. E' compito della società provvedere sia alla verifica che all'eventuale sostituzione.
Se hai un dubbio sul funzionamento del contatore è possibile richiedere:

  • una verifica del contatore oppure
  • la sostituzione dello stesso

La sostituzione immediata del contatore senza la verifica comporta un costo a carico dell'utente. Anche nel caso in cui l'esito della verifica dimostri che il contatore funziona come dovrebbe il cliente è tenuto a pagare le spese.
Per questo motivo prima di procedere è consigliabile effettuare una semplice prova.
I contatori dell'acqua possono essere di due tipologie:

  • Contatore a lettura diretta, moderno
  • Contatore a lancette
lettura contatore acqua

Tipologie del contatore dell'acqua

La maggior parte dei contatori installati misurano il consumo in metri cubi, mentre solo alcuni modelli indicano i litri. Sul quadrante sono mostrati i numeri interi in colore nero e quelli decimali dopo la virgola in rosso. Ricordiamo che un litro di acqua corrisponde a 0,001 metri cubi. 

Questa banale verifica del contatore può essere effettuata dall'utente. Prima della prova assicuratevi che tutti i rubinetti della casa siano chiusi e che non ci siano lavatrice e lavastoviglie accese o perdite visibili. In questa situazione il contatore dovrebbe essere immobile: i decimali del quadrante oppure le lancette devono rimanere ferme.

Se il contatore rileva comunque un consumo, questo può essere causato dalla rottura dell'impianto privato (dopo il contatore) e non all'apparecchio. Contatta il prima possibile un idraulico per constatare il danno.

Chi può fare la richiesta per la verifica del contatore dell'acqua?

La domanda per la verifica può essere presentata:

  1. dalla persona intestataria del contratto di fornitura
    munito di documento d'identità valido
  2. da un suo delegato
    con documento d'identità valido, un'espressa delega e la copia del documento di identità del titolare

Come fare la richiesta per la verifica del contatore dell'acqua?

Come suggerito in precedenza è bene essere abbastanza sicuri che ci sia un guasto al contatore e non una perdita di acqua, prima di richiederne la verifica.

In Italia le società che gestiscono il servizio idrico sono molte e le modalità per questa comunicazione possono essere diverse da ditta a ditta. In genere la domanda per la verifica dello strumento può essere chiesta tramite diversi canali.

  • Puoi chiedere la verifica del contatore dell'acqua:
  • chiamando il numero verde del servizio clienti
  • recandoti presso uno sportello sul territorio
  • inoltrando la richiesta scritta:
    • via posta
    • tramite fax
    • via email

Puoi trovare i recapiti della tua società nella bolletta dell'acqua oppure sul sito online dell'azienda. Una volta inviata la richiesta, verrà concordato con il cliente un sopralluogo.

In cosa consiste la verifica del contatore dell'acqua?

Il cliente deve specificare nella domanda se vuole essere personalmente presente al momento della verifica. La verifica può essere effettuata in loco, ossia presso l'utenza, oppure presso un laboratorio qualificato (verifica metrica).
Il personale tecnico del distributore per il controllo effettua:

  1. un'ispezione visiva
    per verificare lo stato di conservazione del contatore
  2. una lettura del quadrante
    previa visione dei consumi a rubinetti aperti senza che avvenga alcun intervento di smontaggio provvisorio del contatore dalla sua sede

L'esito della verifica viene comunicato al cliente contestualmente all'intervento o comunque entro il termine previsto dalla Carta dei servizi territoriali, in genere entro 10 giorni lavorativi dall'intervento.
Nel caso di verifica metrica il contatore viene sostituito e portato in laboratoio per un'analisi più accurata.

Quanto costa la verifica del contatore dell'acqua?

Se dalla verifica il contatore risulta funzionante, con la tolleranza permessa, il costo dell'operazione è a carico dell'utente.

In caso contrario, qualora il contatore risultasse non conforme la riparazione o la sostituzione saranno a spese del gestore dell'acqua. Il costo dell'intervento dipende dalla società che gestisce il servizio e può arrivare anche a 250 euro.

La ricostruzione dei consumi con contatore guasto

Nel caso in cui ci sia stato un guasto al contatore che non abbia permesso la precisa lettura dei consumi, questi devono essere ricostruiti. Il conteggio viene effettuato in base ai consumi storici medi degli ultimi anni oppure se questi non sono disponibili, in base ai consumi medi annui di utenti caratterizzati dalla stessa tipologia d'uso.

Il gestore quindi è obbligato a ricostruire i consumi e a rimborsare al cliente l'eventuale maggior consumo fatturato.

Quando il guasto è imputabile al cliente, per sua negligenza o per dolo, la spesa del sopralluogo e della riparazione rimangono a carico dell'utente.

Sai che esiste un bonus idrico? Il Bonus acqua è un’agevolazione fiscale gestita direttamente dai comuni, che prevede agevolazioni sulle bollette idriche per le famiglie in situazioni di disagio economico.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche