Tu sei qui

Problemi con la voltura di luce e gas? Il fornitore ha respinto la tua richiesta di cambio d'intestatario?

Attivazioni

010.848.01.61

il fornitore non accetta la voltura luce gas

Ritardi con la voltura luce e gas: cause e soluzioni!

Stai avendo problemi con la voltura e non riesci a venirne a capo. Tutto è iniziato quando hai preso in affitto un appartamento dove le utenze di luce e gas sono già attive, ma intestate all'inquilino precedente.

Il proprietario, infatti, ti avvisa sulla necessità di provvedere al cambio di intestatario dei contratti di fornitura dell'elettricità e del gas. Per procedere alla voltura è necessario contattare il fornitore con cui l'inquilino precedente ha attivi i rispettivi contratti di luce e di gas. 

Le utenze nella nuova casa sono state chiuse dall'inquilino precedente? In questo caso devi fare un subentro!

Se fila tutto liscio, già dal mese successivo inizierai a ricevere le bollette a tuo nome! Purtroppo però non è sempre così e possono insorgere dei problemi con la voltura delle utenze domestiche.

Non ho la bolletta per intestarmi il contatore

Il proprietario dell'appartamento non è stato in grado di fornire delle bollette dell'inquilino precedente e non sono presenti vecchie fatture neppure in casa. Ciò significa non possedere alcune informazioni utili per procedere al cambio d'intestatario delle utenze. 

Perché è necessaria la bolletta per richiedere la voltura luce e gas?

La risposta è quasi intuitiva: sulla bolletta del vecchio inquilino ci sono alcuni dati indispensabili per avviare le pratiche di voltura delle utenze. Primo fra tutti, il nome del fornitore con cui sono attivi i contatori. Sapere ad esempio che il vecchio inquilino pagava le bollette ad Eni, indica il fatto che bisogna contattare Eni per richiedere il cambio di nominativo del contratto di fornitiura! 
In più sulla bolletta sono presenti altri dati di cui non si può fare a meno per procedere alla voltura:

  • Dati del precedente intestatario (nome, cognome e codice fiscale)
  • Il codice POD per la luce e PDR per il gas 
  • Solo per la luce, potenza impegnata in kW

Come faccio a conoscere il fornitore di luce e gas?

Il primo step per procedere alla voltura quando non hai a disposizione una bolletta precedente? Conoscere il fornitore con cui sono attive le utenze di luce e gas.

Luce

Hai due possibilità:

Gas

Come conoscere il fornitore di energia elettrica e gas? Nel dettaglio come, quando e a chi inviare richiesta.

Mi arriva la bolletta ancora intestata al vecchio inquilino

Hai provveduto a fare la voltura, ma ti viene recapitata la bolletta ancora a nome dell'inquilino precedente. Proviamo ad indicare due delle possibili cause:

  • Il cambio di intestazione del contratto di fornitura non risulta ancora aggiornato nell'anagrafica del fornitore/società di vendita/gestore. In questo caso il consiglio è di ricontattare il fornitore per chiedere spiegazioni. Infatti, il fornitore è tenuto ad aggiornare i dati anagrafici dei propri utentii sul portale del distributore, il Sistema Informativo Integrato, ovvero la banca dati nazionale messa a punto dall’Autorità per rendere trasparente ed efficiente lo scambio di informazioni tra gli attori del mercato dell’energia elettrica e del gas.
  • Parallelamente alla voltura hai cambiato offerte di energia elettrica e gas ed hai dovuto inviare un plico contrattuale. Assicurati di aver inviato i dati corretti e firmato in ogni parte il contratto.
    É possibile infatti che la mancanza di qualche firma e la scorrettezza, ad esempio, del tuo contatto telefonico hanno bloccato la pratica, impedendo al fotnitore di poterti avvisare in tempo. Ecco spiegato il  motivo delle utenze ancora intestate al precedente inquilino. 
...

Il vecchio inquilino è moroso, come faccio con la voltura?

Se l'inquilino precedente non ha pagato l'ultima bolletta, facendo così diventare moroso il contatore nella tua nuova casa, ricorda che non sei tenuto a pagare il debito pregresso per intestare il contatore a tuo nome. La morosità non si trasmette da un intestatario all'altro. A tua tutela, infatti, puoi inviare al fornitore una dichiarazione di estraneità con cui dimostri la mancanza di vincoli familiari con l'inquilino precedente.

In tal caso il fornitore può rifiutarsi di procedere alla voltura, sospendere la fornitura, ma non costringerti a pagare il debito del precedente intestatario. Il fornitore commetterebbe un illecito, verso cui puoi tutelarti, intentando una causa al fornitore per ottenere l'erogazione della fornitura ed il risarcimento del danno.

Quando il fornitore può rifiutare la voltura?

Esistono casi particolari in cui il nuovo inquilino è tenuto a farsi carico dei debiti del vecchio intestatario del contratto. Ecco alcuni esempi: 

  • un erede che richiede la voltura o il subentro delle utenze morose nella casa di un parente defunto. In questo caso l'erede è tenuto a rispondere dei debiti del defunto, dunque sarà obbligato a pagare le morosità pregresse prima di poter intestare a suo nome le utenze di luce e gas. 
  • quando il fornitore dimostra un uso improprio della voltura, ad esempio richiesta per eludere il pagamento della bolletta ed ostacolare il recupero crediti (ad esempio, la moglie che richiede la voltura a suo nome del contatore intestato al marito moroso).
Ti stai trasferendo in una nuova casa?
...
Confronta gratis 5 preventivi di ditte di trasloco.
Non affidarti al primo che capita. Clicca qui!
...

Cerchi un imbianchino per la nuova casa?
Ricevi un preventivo gratuitoClicca qui!

L'attuale fornitore respinge la voltura, posso chiederla ad un altro fornitore?

Metti caso l'attuale fornitore si rifiuta di procedere alla voltura del contatore con inquilino moroso. Se necessiti quanto prima di volturare le utenze senza che vengano sospese a causa della morosità del vecchio inquilino, andare per vie legali allungherebbe soltanto i tempi. Hai per fortuna un'altra alternativa: provare a cambiare fornitore.
Puoi rivolgerti ad un nuovo fornitore, ma solo dopo che il fornitore attuale ha comunicato al portale del distributore il suo rifiuto a procedere al cambio di intestatario del contratto. A questo punto, sarà il nuovo fornitore scelto per il cambio a decidere se procedere o meno alla voltura e all'attivazione del nuovo contratto.

Contatore chiuso per morosità dell'inquilino precedente. Devi fare sempre la voltura!

Se entrando nella nuova casa la levetta del contatore non resta su quando provi ad alzarla, significa che il contatore è chiuso. Seppure è chiuso non dovrai fare un subentro, ma sempre la voltura. Infatti, se scopri che il contatore è stato sospeso a causa della morosità dell'inquilino precedente, l'opzione di intestarti un nuovo contratto di fornitura non è permessa. 
Quindi non dovrai contattare il fornitore a tua scelta, ma il fornitore con cui l'inquilino moroso ha il debito delle bollette. Sarà il fornitore infatti a decidere se procedere o meno a cambiare l'intestatario del contratto dopo aver accertato la tua estraneità con l'inquilino precedente.
Come nel caso in cui il contatore fosse ancora attivo e il fornitore non accettasse di procedere  alla voltura, puoi rivolgerti ad un nuovo fornitore. Questo solo dopo che il fornitore attuale ha comunicato al portale del distributore il suo rifiuto a procedere al cambio di intestatario del contratto. Il portale in questione è sempre il SII (Sistema Informativo Integrato) dell'Acquirente Unico. A questo punto, sei libero di rivolgerti a qualsiasi altro fornitore

Per cambi fornitore

010.848.01.61

Commenti