Tu sei qui

Diritto di ripensamento

Il diritto di ripensamento permette al cliente di annullare, entro 14 giorni, senza alcuna giustificazione nè oneri, il contratto di fornitura appena concordato, e quindi di rimanere con l’attuale venditore.

E’ valido solo per i contratti conclusi a distanza, ossia per contratti stipulati ad esempio:

  • a casa propria
  • in un centro commerciale
  • su internet
  • via telefono

Attenzione ai contratti nei negozi
I contratti conclusi nella sede o negli uffici e nei negozi del nuovo venditore sono irrevocabili!

I 14 giorni decorrono dal momento della conclusione del contratto (o della proposta contrattuale), o dal ricevimento della copia scritta del contratto nel caso di vendita via internet o telefono. La comunicazione va inoltrata in forma scritta, per esempio tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Se vuoi saperne di più, visita la nostra pagina dedicata al diritto di ripensamento.

Se stai cercando l'indirizzo oppure il numero del tuo fornitore, visita la nostra pagina dedicata ai contatti fornitori.

Commenti