Tu sei qui

Come si cambia fornitore di luce e gas?

Info cambio fornitore

010.848.01.61

Info cambio fornitore

010.848.01.61

Attivazione/Cambio fornitore
Prendi un appuntamento

...
Devi sapere che...
  • Cambiare fornitore di energia può farti risparmiare diverse centinaia di euro all'anno sulla bolletta energetica;
  • Non corri alcun rischio cambiando fornitore: mantieni lo stesso contatore, non ci sono costi e non subisci distacchi momentanei di fornitura;
  • Il cambio fornitore è semplice...come fare una telefonata! L'unica cosa che devi fare è rivolgerti al nuovo fornitore, comunicando la tua volontà. Quest'ultimo compierà tutte le operazioni tecniche necessarie per soddisfare la tua richiesta;
  • Non ci sono spese di annullamento e nemmeno spese aggiuntive nel caso decidessi di ri-cambiare fornitore. 

Perché cambiare fornitore?

Ogni cliente domestico dovrebbe fare una sorta di controllo delle condizioni alle quali si rifornisce di energia elettrica o gas. Può succedere che anche dopo anni di fornitura convenga cambiare fornitore per vari motivi come ad esempio bollette troppo alte o i servizi scadenti.

  • Alcuni motivi per cui cambiare fornitore:
  • Stai pagando troppo nella bolletta  di luce e gas e passare ad un fornitore più economico può farti risparmiare
  • Beneficiare di un servizio clienti più efficiente e vicino alle tue esigenze
  • Passare allo stesso fornitore per luce e gas, così da avere un solo interlocutore
  • Cogliere l'occasione del trasloco per sottoscrivere un contratto di fornitura più conveniente 

Non devi preoccuparti di nulla, il nuovo fornitore si occupa delle operazioni necessarie e vi darà tutte le indicazioni di cui avete bisogno. Inoltre devi sapere che:

  • Il passaggio di fornitore è gratuito
  • La procedura per il passaggio è molto semplice e immediata, gli aspetti tecnici del passaggio vengono svolti dal nuovo fornitore
  • Puoi ri-cambiare gratuitaente fornitore, senza costi aggiuntivi.
...

Assicurati di non pagare troppo in bolletta: falle fare un check-up!

Quanto tempo ci vuole per cambiare il fornitore

Per portare a termine il passaggio di fornitore ci vuole un periodo di tempo che varia da uno a due mesi per i clienti domestici.
Una volta validato il contratto, il nuovo fornitore avvia una procedura che richiede dei tempi tecnici. In particolare il nuovo fornitore deve richiedere la cessazione della contratto di fornitura al vecchio fornitore per concludere l'acquisizione dell'utenza (switch).

Quali sono i rischi a cui si potrebbe andare incontro?

Nel momento in cui si sta decidendo se cambiare fornitore è normale che sorgano una serie di domande, tra le quali le più ricorrenti sono senz'altro relative al costo dell'operazione e alle tempistiche.

In generale, il cambio di fornitore di luce e gas non comporta particolari rischi o svantaggi, anzi potrebbe portare grossi benefici a chi lo fa.

Consigliamo ad ogni utente domestico di controllare periodicamente che il prezzo di fornitura sia il migliore sul mercato proprio perché il cambio del fornitore non comporta nessun tipo di rischio o costo.

Quanto costa il passaggio da un operatore all'altro?

Il passaggio da un operatore all'altro non costa nulla salvo gli eventuali costi del bollo di 16 €, raramente richiesto dal nuovo fornitore, ed del deposito cauzionale. Un consiglio: pagare con l'addebito delle bollette sul conto bancario conviene, con gran parte dei fornitori questa modalità di pagamento permette di evitare di dover pagare il deposito cauzionale!

Quali domande porsi per fare una buona scelta?

Per orientarsi nella scelta del fornitore più adatto alle proprie esigenze, sarà necessario interrogarsi sui seguenti aspetti:

  • Il prezzo dell'energia: i fornitori propongono una varietà di offerte, che possono essere a prezzo fisso oppure variabile, monorarie o biorarie. L'importante è saper scegliere quella che si adatta alle tue esigenze di consumo
  • L'attenzione al cliente: la qualità del servizio clienti ti può orientare nella scelta del fornitore
  • La tutela ambientale: esiste una vasta gamma di offerte di energia rinnovabile, e se hai il pollice verde puoi guardarti intorno e scoprire le offerte green che fanno al caso tuo.

I passi da seguire per cambiare fornitore

...

Rispetto a quanto possa sembrare, si tratta di un'operazione semplice e veloce che non richiede perdite di tempo e di denaro:

  • Non bisognerà annullare il tuo vecchio contratto. Sarà infatti il nuovo fornitore ad occuparsi di tutto, inviando le dovute comunicazioni al vecchio fornitore che procederà alla fatturazione della bolletta di chiusura.
  • Confrontare le diverse offerte. Informarsi sulle offerte di luce e gas per confrontarle è la base per una buona scelta. Ma anche in questa operazione non sei solo, puoi infatti usufruire gratuitamente del comparatore di luce e gas per conoscere l'offerta più vantaggiosa da sottoscrivere. 

Commenti