Tu sei qui

Si può sostituire il bombolone GPL in caso di trasloco?

Preventivo gratuito GPL

011.196.201.84

Se stai traslocando in una nuova casa dove non arriva il gas metano probabilmente sarà già presente un serbatoio di GPL, cosa fare in questo caso? E' possibile sostituire il bombolone di GPL oppure sono costretto a tenere quello installato?


serbatoio gpl

E' possibile sostituire il serbatoio GPL?

Il GPL è un'alternativa al metano e si può utilizzare per il riscaldamento, per la cucina e per l'acqua calda.
Il GPL può essere stoccato nelle classiche bombole, tuttavia quando i consumi sono di una certa entità si installa il cosiddetto bombolone.
La sua grandezza dipenderà dai consumi e in questo modo si evita il fastidio di dover ogni volta sostituire la bombola terminata.
Se trovi in una casa il serbatoio GPL in comodato puoi stipulare un contratto con la ditta che lo gestisce oppure cambiare gestore.

Cosa fare col bombolone in caso di trasloco?

In occasione di un trasloco possiamo trovare nella nuova casa un bombolone di GPL di cui non sappiamo  nulla. Come procedere in queste situazioni?

La maggior parte dei serbatoi di GPL per le utenze domestiche sono in comodato d'uso gratuito. Per questo motivo nel resto dell'articolo tratteremo questo caso.
Passiamo ad analizzare diversi contesti in cui ci si può trovare:

  1. appartamento in un condominio
  2. casa multifamiliare
  3. casa o villetta indipendente

Nell'eventualità che il serbatoio sia di proprietà, il nuovo inquilino potrà rivolgersi a qualsiasi ditta per effettuare il rifornimento quando necessario. In questi casi è l'utente che deve verificare il livello di gas presente nel bombolone ed in caso contattare un distributore per l'approvvigionamento.

1. Sostituzione del bombolone di GPL in un condominio

Se l'utenza si trova in un palazzo, sicuramente sono stati installati i contatori per ogni utenza, collegati tutti ad uno o più serbatoi grandi. Di solito questi serbatoi sono concessi in comodato d'uso gratuito e la società che li gestisce rimane proprietaria dell'impianto. Gli utenti ricevono una regolare bolletta, in genere bimestrale, in maniera analoga al gas metano.

Il nuovo inquilino dovrà effettuare la voltura o subentro del contratto di fornitura contattando la società che gestisce il serbatoio. Chiedi informazioni al proprietario o all'inquilino precedente (o anche ad un vicino) per sapere il gestore a cui dovrai rivolgerti. Spesso i due termini vengono confusi ma in realtà c'è una differenza tra voltura e subentro:

  • Se il contatore è ancora aperto e c'è l' erogazione del gas devi solo cambiare il nominativo del contratto, effettuando una voltura.
  • Qualora invece la casa sia stata disabitata per molto tempo ed il contatore del gas GPL è stato chiuso dovrai chiedere un subentro alla società, per farlo riattivare a tuo nome.

Se è presente in casa un contatore di GPL dovrai contattare la ditta che gestisce il serbatoio installato per farlo riattivare a tuo nome.

Il bombolone di GPL del condominio si può sostituire solamente se sono d'accordo tutti gli utenti, o la maggioranza dell'assemblea condominiale. Staccarsi dall'impianto condominiale per far installare un serbatoio privato non è tecnicamente fattibile in moltissimi casi e può risultare antieconomico per l'utente.

Chiedi un preventivo gratuito per il GPLChiama lo 011.196.201.84  , oppure compila il modulo online in due minuti e ti richiameremo.

2. Sostituzione del bombolone di GPL in una casa multifamiliare

Il discorso appena fatto per i palazzi è valido anche nel caso in cui non si tratti di condominio ma comunque ci sono più utenze collegate tutte allo stesso bombolone. Ad esempio in residence, in ville multifamiliari o in casette a schiera, dove è stata costruita una piccola rete di distribuzione che serve tutti gli immobili.

In alcune zone d'Italia sono state costruite delle reti urbane cittadine di GPL, date in concessione dal comune alla società che è riuscita ad aggiudicarsi l'appalto. In questo caso il nuovo inquilino è obbligato a contattare la ditta che opera nella zona.

3. Sostituzione del bombolone di GPL di una casa indipendente

Una casa indipendente può avere il suo serbatoio di GPL, a volte anche collegato ad un contatore. In questo caso il nuovo inquilino può rinegoziare le condizioni contrattuali con il gestore precedente.
Ti consigliamo comunque di richiedere più preventivi ad altre società in modo tale da poter scegliere l'offerta più conveniente con il servzio migliore. Chiama lo 011.196.201.84 per un preventivo gratuito.

Se trovi un'offerta più soddisfacente hai il diritto di cambiare fornitore. Scegliendo un contratto con il comodato d'uso, il costo per l'installazione del nuovo bombolone è a carico del fornitore, ad eccezione a volte delle spese per la pratica SCIA da consegnare ai vigili del fuoco.

Qualora il precedente proprietario/inquilino abbia mandato la disdetta al suo vecchio fornitore, questo deve provvedere obbligatoriamente alla rimozione del serbatoio a sue spese.

Nel caso di una nuova installazione devi scegliere il fornitore in base sia al prezzo del GPL sia al servizio offerto. In questo articolo trovi le informazioni su come far installare un bombolone di GPL, interrato oppure fuori terra.

Quanto costa sostituire un bombolone di GPL?

Quando il contratto è in comodato d'uso il cliente dovrà inviare il recesso al fornitore se vuole cambiare gestore. Il vecchio fornitore a quel punto è obbligato a venire a rimuovere e portare via il serbatoio di sua proprietà.

Le spese della rimozione sono sempre a carico del fornitore precedente.

Il bombolone di GPL ha una vita utile anche di 20 anni. Per legge devono essere effettuati dei regolari controlli per verificarne l'integrità e la sicurezza.
Scopri le informazioni sulla manutenzione del serbatoio di GPL. Il serbatoio deve essere obbligatoriamente sostituito quando vengono riscontrati dei problemi e non passa un controllo di manutenzione.

Commenti