Tu sei qui

L'IVA agevolata al 10% per il GPL: chi ne ha diritto e come fare la richiesta

Preventivo GPL gratuito

011.196.201.84

Lo sapevi che per alcune tipologie di aziende e per le utenze domestiche (uso riscaldamento escluso) l'IVA per il GPL è agevolata? Scopri chi ha diritto all'aliquota IVA al 10% e come richiederla.

agevolazioni gpl iva

Ho diritto all'IVA al 10% per il GPL?

Il GPL è il gas alternativo al gas metano utilizzato in quelle abitazioni che non sono raggiunte dalla rete nazionale del gas. Come su tutti i combustibili, anche per il GPL si devono pagare le imposte stabilite dallo Stato: l'accisa e l'IVA. Riguardo le accise per il GPL è previsto uno sconto sul prezzo solo per i comuni delle zone montane (comuni non metanizzati).
Oltre a questo è possibile, solo in alcuni casi, richiedere un'agevolazione fiscale anche sull'IVA per il GPL: l'aliquota ridotta al 10% invece del 22%.


Chi ha diritto all'IVA agevolata al 10% per il GPL?

Come previsto dal DPR 633/72, tabella A parte III punto 127-bis, anche le utenze ad uso domestico hanno diritto all'IVA agevolata. Il GPL però in questo caso deve essere esclusivamente per uso domestico di cottura cibi e di produzione di acqua calda sanitaria. Il GPL utilizzato per il riscaldamento è quindi escluso dall'agevolazione.
In maniera analoga alle agevolazioni fiscali sul gas metano per le imprese, alcune aziende godranno del beneficio anche per l'uso del GPL.

  • Gli utenti che hanno diritto all'IVA al 10% per il GPL sono:
  • Aziende agricole
    che usano il GPL per effettuare produzioni agricole
  • Aziende manifatturiere
    industrie comprese quelle estrattive, poligrafiche, editoriali e simili
  • Utenze domestiche
    uso cucina e/o produzione acqua calda sanitaria
  • Bombole per uso agricolo

Cerchi informazioni sul prezzo del GPL? Chiama il numero 011.196.201.84 attivo   o chiedi un preventivo gratuito.

L'accisa è agevolata per il GPL da riscaldamento?

La Legge n. 448/98 prevede delle agevolazioni sulle accise applicate al GPL, ma non a tutti i consumatori. Gli utenti che possono godere di tale beneficio sono solo quelli ricadenti all'interno dei comuni non metanizzati delle zone montane, quindi delle aree ben precise.
Lo sconto viene applicato sia al GPL che al gasolio, per ulteriori informazioni, visita l'articolo dedicato all'agevolazione fiscale per il GPL nelle zone montane.

Come fare la richiesta per l'IVA agevolata per il GPL?

  1. Verificare se l'utenza ha diritto all'IVA agevolata al 10% sul GPL
  2. Trovare la documentazione necessaria sul sito o richiedendola al fornitore
    La maggior parte dei grandi fornitori hanno sul loro sito una sezione dedicata alla modulistica, dove potrai trovare la dichiarazione da inviare per la richiesta; in alternativa chiama il servizio clienti.
  3. Compilare ed inviare la documentazione al tuo fornitore di GPL
    Invia la dichiarazione con allegati i documenti necessari al fornitore, che provvederà ad applicare l'IVA sul GPL consumato al 10%.

Prima di tutto dovrai verificare se la tua azienda rientra nelle tipologie di utenze agevolate. Una volta accertato che hai diritto, devi inoltrare la richiesta al tuo fornitore.

La richiesta si invia con una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.

Con questo documento il cliente dichiara, sotto la propria responsabilità, che ha diritto all'agevolazione.
La dichiarazione in genere non ha scadenza, è valida fino a quando non verrà esplicitamente revocata dal cliente stesso. Qualsiasi variazione, ad esempio sul tipo di attività svolta dall'azienda, deve essere comunicata al fornitore.
Ti consigliamo di inviare la richiesta tramite raccomandata A/R in modo tale da essere certi dell'avvenuta ricezione da parte del fornitore.

Quali sono i documenti necessari per la richiesta di IVA al 10% per il GPL?

Come accennato nel paragrafo precedente il modulo principale per la richiesta è la dichiarazione sostitutiva. A questo dovrai obbligatoriamente allegare altri documenti, pena la non validità della richiesta.
Nel caso di persona fisica è sufficiente solo un documento d'identità valido, mentre per le società viene richiesta di solito la copia di altri certificati.

  • I documenti necessari per l'IVA agevolata sul GPL sono:
  • Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà
    Dove dovrai scrivere i dati anagrafici dell'intestatario e l'indirizzo dell'utenza (o del rappresentante legale in caso di azienda) e i riferimenti del contratto (codice cliente, se presente, data stipula...)
  • Copia del certificato CCIAA (Camera di Commercio) dell'azienda
  • Copia del certificato di attribuzione della partita IVA dell'azienda
  • Copia del documento d'identità valido

La normativa di riferimento per l'IVA agevolata al 10%

La normativa che regola l'imposta sul valore aggiunto, comunemente chiamata IVA, è dettata dal DPR del 26 ottobre 1972 n. 633 e successive modificazioni. In particolare l'elenco delle utenze è indicato nella tabella A, parte III allegata al DPR. La definizione dei requisiti per essere individuato come imprenditore agricolo si trova nell'art. 2135 cc, modificato dal decreto legislativo 228/2001.

Risparmia sulla spesa per il GPL
Per info chiama il numero 011.196.201.84 attivo   o chiedi un preventivo gratuito.