Tu sei qui

Qual è il costo d'installazione di un serbatoio interrato di GPL?

Info GPL

011.196.201.84

serbatoio gpl

Quanto costa il serbatoio interrato?

L'installazione di un serbatoio o bombolone di GPL per riscaldamento risulta necessaria in quelle zone non coperte dalla rete di distribuzione del gas metano. Le soluzioni possibili sono molte riguardo il tipo di serbatoio e le modalità di installazione.
Nella maggior parte dei casi la spesa iniziale per la posa del bombolone è a carico del fornitore, a cui però va garantita la fornitura in esclusiva per un certo numero di anni. In altri rari casi, quando il serbatoio è di proprietà del cliente finale, l'installazione è completamente a suo carico. 


Quanto costa installare un serbatoio di GPL interrato? 

La prima distinzione da fare riguardo l'installazione di un serbatoio del GPL è se questo viene interrato oppure è fuori terra. Un bombolone interrato può essere orizzontale o verticale e rimane invisibile poiché dall'esterno appare solo un coperchio che si mimetizza facilmente.  Se vuoi ridurre al minimo l'impatto visivo del serbatoio, questa è sicuramente la soluzione ideale.
Con il serbatoio interrato si ha anche più flessibilità nel posizionamento dello stesso nel giardino, poiché le distanze di sicurezza da rispettare sono inferiori. 
Di solito in questo caso i costi dell'installazione sono maggiori rispetto ad un serbatoio fuori terra, per via dei lavori di scavo necessari all'interro.
In genere per il serbatoio GPL è necessario trasmettere i documenti per la sicurezza antincendio ai vigili del fuoco (SCIA). La pratica della SCIA deve essere redatta da un tecnico abilitato e ha un suo costo a volte non compreso nei lavori.

In ogni caso il costo dell'installazione dipende dal tipo di contratto sottoscritto con il fornitore.

Tipi di contratto per l'installazione di un serbatoio di GPL interrato

Quando si installa un serbatoio di GPL per riscaldamento interrato è necessario stipulare un contratto con il fornitore che riguarda sia il serbatoio sia la fornitura di gas (i rifornimenti). Con la maggior parte delle società di distribuzione di GPL il cliente può scegliere tra diverse modalità contrattuali:

  1. Serbatoio fornito in affitto
    Il cliente paga un canone di affitto al fornitore, solitamente annuale, per utilizzare il serbatoio che rimane sempre di proprietà della società.
  2. Serbatoio fornito in comodato d'uso
    Il cliente utilizza il serbatoio in comodato d'uso gratuito, con la garanzia dell'esclusiva dei rifornimenti di GPL al fornitore che lo installa.
  3. Serbatoio di proprietà
    In questo caso il cliente compra il serbatoio diventandone proprietario. In questo caso le spese per l'installazione sono a suo carico.

Nella maggior parte dei casi il contratto con la società si rinnova tacitamente alla sua scadenza per un periodo analogo al precedente. Ad esempio se un contratto di comodato ha una durata di 2 anni, allo scadere di questo periodo il contratto si rinnova automaticamente per altri due anni. Il cliente è vincolato per i due anni a chiedere a quel gestore i rifornimenti di gas necessari.
Il cliente che vuole disdire il contratto dovrà comunicarlo, tramite raccomandata A.R. con un preavviso stabilito (in genere due o tre mesi). In caso di disdetta anticipata del contratto spesso sono previste delle penali di importo forfettario che il cliente dovrà pagare.

Per avere altre informazioni sul GPL chiama lo 011.196.201.84.

Il costo del serbatoio di GPL interrato in affitto

Nel contratto viene indicato che il serbatoio viene consegnato all'utente in locazione. Il cliente dovrà pagare il canone di locazione pattuito, che di solito è annuale. Il canone può essere pagato in un'unica rata oppure in più soluzioni e c'è la possibilità che venga rivalutato annualmente in base all'inflazione.
Il fornitore può richiedere l'esclusiva sulla fornitura del GPL per la durata del contratto in genere di uno o due anni.

Con il serbatoio in affitto l'installazione, la manutenzione ed il collaudo della valvola di sicurezza sono di solito a carico del fornitore che esegue i lavori.

Alla scadenza del contratto il cliente può modificare il contratto, scegliendo il comodato d'uso (vedi paragrafo successivo) oppure il riscatto. Con il riscatto il cliente acquista il serbatoio alle condizioni indicate nel contratto che riguardano i costi e le tempistiche.
A titolo indicativo se il riscatto avviene dopo due anni, alla scadenza del contratto, l'onere per il riscatto è di 200€. Il cliente a questo punto può valutare l'ipotesi di riscattare il serbatoio e cambiare fornitore del gas qualora il prezzo del metro cubo di gas sia più conveniente. Per ricevere un preventivo GPL gratuito e senza impegno chiama lo 011.196.201.84.

Il costo del serbatoio di GPL interrato in comodato d'uso

Questa è la soluzione domestica più comune riguardo il GPL per riscaldamento, che comporta una spesa iniziale più contenuta rispetto alle altre ma i vincoli del cliente sono più restrittivi. Il serbatoio e gli strumenti accessori rimangono di proprietà del fornitore che li "presta" a titolo gratuito al cliente. Questo si impegna e quindi sarà obbligato a rifornirsi di gas dallo stesso fornitore per un determinato periodo di tempo. Ricordiamo che allo scadere del contratto questo si rinnova automaticamente per analoga durata.

Il comodato d'uso gratuito prevede l'esclusività di fornitura alla società che installa il serbatoio.

Il fornitore si occupa dell'installazione e della manutenzione dell'impianto così come delle pratiche burocratiche ai vigili del fuoco e dell'assicurazione previste per legge. Gli oneri sono tutti a carico del fornitore, che a volte richiede al cliente un contributo per l'installazione del serbatoio interrato che varia tra 200-400 €.
Nel caso di disdetta anticipata il fornitore spesso include nel contratto delle clausole che impongono il pagamento di queste spese (installazione, pratiche amministrative...) in maniera forfettaria.

Info GPL interrato

011.196.201.84

Il costo del serbatoio di GPL interrato di proprietà

Il cliente procede all'acquisto del serbatoio, che ha un costo orientativo di 1.500 € e sostiene la spesa per la sua installazione che dipende dall'entità dei lavori necessari. In commercio si trovano anche vecchi serbatoi in disuso rigenerati ad un costo inferiore.
In questo caso l'onere iniziale è sicuramente più elevato rispetto agli altri tipi di contratto, ma il cliente ha la libertà di richiedere i rifornimenti successivi ad un qualsiasi fornitore scegliendo il prezzo più conveniente.
Inoltre la manutenzione ed i collaudi periodici del serbatoio sono a cura ed a carico del cliente. In genere la stessa ditta che installa il serbatoio, sotto un compenso stabilito, si occupa anche della sua manutenzione almeno per i primi due anni.

Il cliente dovrà stipulare un'assicurazione per responsabilità civile verso terzi prevista per legge.

Questa soluzione in genere è adottata dai clienti industriali quando i consumi di gas sono molto elevati ed i costi iniziali vengono ammortizzati, ad esempio quando il GPL viene utilizzato nei processi industriali.

Commenti