Tu sei qui

Come installare il serbatoio di GPL per riscaldamento

Preventivo GPL gratuito

011.196.201.84

L'installazione di un serbatoio di GPL per riscaldamento deve rispettare una serie di criteri dettati dalla normativa vigente. E' possibile installare un serbatoio sopra il terreno oppure sottosuolo, comunemente chiamato serbatoio interrato. Nel caso di serbatoio interrato le distanze di sicurezza sono ridotte della metà.

serbatoio gpl accessori

Il serbatoio gpl e gli accessori necessari

Il GPL è un gas allo stato liquido infiammabile che in condizioni normali di temperatura e pressione è allo stato gassoso. Per mantenerlo allo stato liquido all'interno dei serbatoi viene mantenuta una pressione che varia tra i 2 e gli 8 bar.
Questo significa che il serbatoio è sotto pressione e potrebbe essere pericoloso. Per ovvi motivi di sicurezza quindi sono state predisposte le norme di sicurezza per garantire l'incolumità dei cittadini.

preventivo

Chi può installare un serbatoio del GPL per riscaldamento? Come farlo e quali sono le distanze di sicurezza dalla casa da rispettare? Sono obbligato a far installare il serbatoio dal fornitore di GPL o posso farlo anche privatamente?


Le regole per l'installazione del serbatoio GPL per riscaldamento

I serbatoi possono essere interrati nel sottosuolo oppure installati fuori terra. Inoltre i serbatoi possono essere di diverse dimensioni in funzione delle necessità del cliente, pensiamo al caso di un serbatoio in una villetta monofamiliare oppure di un serbatoio che serve un intero condominio oppure un quartiere. Nell'allegato I al D.P.R. n. 151/201 i serbatoi con capacità uguale o superiore a 0,3 m3, vengono classificati in 3 categorie in base al loro volume:

  1. Categoria A:
    depositi di GPL fino a 5 m3
  2. Categoria B:
    depositi di GPL da 5 m3 fino a 13 m3
  3. Categoria C:
    depositi di GPL oltre i 13 m3

Elenchiamo ora alcune delle regole generali per l'installazione dei serbatoi.
L'installazione:

  • è permessa esclusivamente su aree a cielo libero (vietata su terrazze o su aree sopra luoghi chiusi)
  • nei cortili è ammessa se:
    • Il serbatoio è di tipo interrato
    • Il cortile ha superficie superiore a 1.000 m2 (con un quarto del perimetro libero da edifici)
    • L'accesso abbia larghezza ed altezza superiori a 4 m
  • su terreno in pendenza è ammessa, le distanze di sicurezza devono essere misurate in proiezione orizzontale
  • non è ammessa in rampe carrabili

L'installazione di un serbatoio di GPL deve essere effettuata da personale tecnico specializzato. Inoltre è necessario un tecnico abilitato, ad esempio il responsabile tecnico dell’azienda distributrice, per la redazione della documentazione tecnica ai fini della prevenzione anticendio, ossia la SCIA (ex CPI, certificato prevenzione incendi).

Le distanze di sicurezza per installare il serbatoio di GPL per riscaldamento

Quando viene installato un serbatoio è opportuno rispettare le distanze minime di sicurezza imposte dalla normativa. Per la determinazione delle distanze di sicurezza si devono considerare, oltre al serbatoio stesso, anche il punto di riempimento, il gruppo multivalvole e tutti gli organi di intercettazione e controllo, con pressione di esercizio superiore a 1,5 bar.

Distanze di sicurezza per l'installazione di un serbatoio GPL
Oggetto o struttura Capacità serbatoio
fino a 3 m3 da 3 a 5 m3 da 5 fino a 13 m3
a)
  • Linea ferroviaria o tramvia
  • Elettrodotto *
15 m
b)
  • Palazzo uffici
  • Intercapedine
  • Luogo di culto
  • Fabbricato destinato a esercizio pubblico (anche in parte)
  • Cinema
  • Albergo
  • Scuola
  • Deposito infiammabile (soggetti ai controlli di prevenzione incendi)
10 m 15 m 22 m
c)
  • Fabbricati
  • Apertura di fogna o cunicolo chiuso
  • Deposito infiammabile (non soggetti ai controlli di prevenzione incendi)
5 m 7,5 m 15 m
  • Confine di proprietà
3 m 6 m
  • Autobotte
3 m
  • Recinzione protettiva
1 m

Fonte: D.M. 14 Maggio 2004 e successive modificazioni

* Distanza riducibile esclusivamente per interramento

Le distanze indicate possono essere ridotte fino alla metà se il serbatoio viene interrato.

Rispetto alle strutture del gruppo c) e alle linee ferroviarie, le distanze possono essere ridotte della metà per interramento oppure con l'interposizione di muri. Tali muri sono da costruire tra gli elementi del deposito e gli elementi da proteggere in modo che il percorso orizzontale di un eventuale rilascio di gas, abbia uno sviluppo non minore della distanza di sicurezza. I muri devono elevarsi di almeno 0,5 m oltre il più alto elemento pericoloso da schermare.

Le distanze delle strutture del gruppo b) si possono invece ridurre esclusivamente con l'interramento e solo se riguardano serbatoi interrati con capacità fino a 5 m3 (categoria A).

La distanza orizzontale fra due serbatoi, sia fuori terra che interrati, deve essere almeno pari al diametro del maggiore dei serbatoi, con un minimo di 0,8 m.
Nel terreno si dovrà individuare una zona di sosta per l'autobotte per il rifornimento, che deve essere mantenuta ad una distanza minima di 5 m dal perimetro dei fabbricati.

Le modalità di installazione di un serbatoio di GPL

Il serbatoio di GPL può essere posto sotto terra oppure all'esterno. In ogni caso il cliente può scegliere tra:

Come installare un serbatoio di GPL interrato

Se vuoi un preventivo gratuito per l'installazione chiama il numero 011.196.201.84 attivo  .

serbatoio gpl interrato

Il serbatoio GPL interrato

I serbatoi interrati possono essere verticali oppure orizzontali, a seconda dell'inclinazione del bombolone. Il serbatoio e gli accessori si trovano all'interno di un pozzetto stagno, chiuso da un coperchio con serratura che ne garantisce l'impermeabilizzazione. L'attacco per il rifornimento dell'autocisterna è posizionato all'esterno del pozzetto. Non sono necessarie recinzioni ma solo un cartello che indica le norme di comportamento, ad 1,5 metri dal coperchio.
La presenza di alberi ad alto fusto è vietata per un raggio di 5 metri dal contorno del serbatoio interrato. Questa distanza si può ridurre fino ad 1 metro se è presente una protezione idonea.
I serbatoi possono essere installati anche parzialmente al di sopra del livello del suolo, con uno spessore minimo di materiale di ricoprimento pari a 0,5 metri. La recinzione metallica è necessaria se il serbatoio si trova in un'area accessibile anche a terzi.

Come installare un serbatoio di GPL esterno

serbatoio gpl esterno

Il serbatoio GPL esterno

I serbatoi fuori terra previsti per tale tipo di impiego devono essere ben ancorati al suolo. La zona che comprende tutti gli elementi del deposito deve essere delimitata da una recinzione in rete metallica alta almeno 1,8 m e dotata di una porta apribile verso l'esterno, chiudibile con serratura o lucchetto. Parte della recinzione può coincidere con la recinzione del terreno anche se questa è in muratura, a condizione che la zona di installazione risulti ben ventilata.
L'area intorno al serbatoio deve essere completamente sgombra e priva di vegetazione per un ampiezza minima di 5 metri.

Il serbatoio GPL a contatore per un condominio o per più utenze

Il serbatoio può essere connesso anche a più utenze, come nel caso di un intero palazzo o di una casa plurifamiliare o ancora di villette a schiera.
In questi casi viene installato un contatore per ciascun utente in modo tale da registrare i consumi effettuati ed emettere le relative bollette. 

I documenti necessari per installare il serbatoio di GPL per riscaldamento

Per poter firmare il contratto per la richiesta di installazione del serbatoio sarà necessario il documento d'identità dell'intestatario ed i documenti che attestino la regolarità dell'immobile.
Successivamente si dovrà compilare la SCIA, per segnalare l'inizio dell'attività ai Vigili del Fuoco.

Alla SCIA deve essere allegata una serie di documenti previsti dalla normativa, per i serbatoi con capacità inferiore a 5mc i moduli sono i seguenti:

  1. La dichiarazione di installazione per depositi di GPL,per scaricare il modulo  clicca qui
  2. L' attestazione della conformità dell'attività ai requisiti di prevenzione incendi e di sicurezza antincendio
    Questo modulo deve essere firmato da un tecnico abilitato o dal responsabile tecnico dell'impresa che realizza i lavori di installazione
  3. La planimetria del serbatoio, in scala idonea, anch'essa a firma di tecnico abilitato o del responsabile tecnico dell'impresa
  4. L'attestato del versamento effettuato a favore della Tesoreria provinciale dello Stato

Il fascicolo della SCIA è costituito da due sotto-fascicoli: uno va consegnato al comando del Vigili del Fuoco e uno che va conservato dal cliente e che deve rimanere a disposizione per eventuali controlli.
Per sapere quanto costa l'installazione di un serbatoio di GPL visita le pagine dedicata:

Le norme di riferimento per installare un serbatoio GPL per riscaldamento

Con l'entrata in vigore del nuovo regolamento di prevenzione incendi di cui al DPR del 1° agosto 2011 n. 151 i depositi per il GPL sono compresi nell'Allegato I al punto 4B. L'installazione dei serbatoi è un'attività soggetta alle visite ed al controllo di prevenzione incendi.
Il riferimento per questo tipo di installazioni quindi non cade sulle norme edilizie o urbanistiche, bensì alle norme antincendio che prevedono, come abbiamo visto, precise prescrizioni sulle distanze da rispettare. Le regole tecniche sulla prevenzione incendi per l'installazione di serbatoi GPL con capacità inferiore a 13 mc sono contenute nel decreto ministeriale del 14 maggio 2004 e successive modificazioni (in particolare DM 4 marzo 2014).

Preventivo GPL gratuito

011.196.201.84

Le fasi dell'installazione del serbatoio GPL per riscaldamento

1. La posa del serbatoio di GPL per riscaldamento

Una volta stabilita la tipologia del serbatoio il cliente fissa un appuntamento con il fornitore per l'installazione, che deve essere effettuata con la presenza del cliente oppure di un suo rappresentante. Il giorno dell'installazione una squadra di tecnici specializzati eseguirà il lavoro.

La durata dei lavori dipende dalla tipologia degli stessi, nel caso di serbatoio interrato l'operazione durerà più tempo, non oltre mezza giornata. Il serbatoio sarà dotato di una serie di accessori (valvole di sicurezza, organi per la rimozione del gas...) che sono indispensabili per il normale funzionamento.
Una volta installato, il serbatoio è pronto per essere collegato all'impianto interno del gas.

2. Il collegamento del serbatoio GPL all'impianto del gas interno

L'operazione successiva all'installazione è il collegamento del serbatoio all'impianto di distribuzione del gas interno alla casa. In questo modo tutti le apparecchiature (caldaia, cucina...) saranno collegate al serbatoio per poter utilizzare il gas. Questa attività deve essere effettuata con tutti i controlli di sicurezza necessari (ad esempio la prova di tenuta) e deve essere rilasciata al cliente una dichiarazione di installazione che certifichi la conformità dell'impianto alla normativa.

Chiedi un preventivo per il GPL, gratuito e senza impegno Chiama lo 011.196.201.84  , oppure compila fatti richiamare.

3. La prima consegna del GPL

In seguito il fornitore, previo appuntamento concordato con il cliente, eseguirà il primo riempimento del serbatoio. Anche per questa operazione è necessaria la presenza del cliente o di un suo delegato. I successivi rifornimenti avverranno a seconda delle necessità dell'utente, che dovrà rispettare le modalità contrattuali stipulate inizialmente.
Nel caso di serbatoio a contatore il cliente non deve preoccuparsi del rifornimento del serbatoio e riceve regolarmente una bolletta come per il metano.

Commenti