Tu sei qui

Termostati obbligatori entro giugno 2017. Scopri il costo, le agevolazioni fiscali e a chi rivolgerti

Risparmia sulla bolletta!

010.848.01.61

Lo sapevi che a partire dal giugno 2017, tutti i condomini con riscaldamento centralizzato dovranno installare un impianto con valvole termostatiche e contabilizzatori di calore?

Installa anche tu le valvole termostatiche entro giugno 2017

Cosa sono le valvole termostatiche?

Le valvole termostatiche sono dei dispositivi automatici di termoregolazione che, installati sui termosifoni delle case, consentono una suddivisione del calore tra le varie stanze di un appartamento, permettendo di escludere automaticamente il termosifone una volta che la stanza abbia raggiunto la temperatura desiderata, regolata su un valore compreso tra 0 e 5. Queste valvole sono in grado di regolare in modo autonomo il flusso di acqua calda all’interno dei radiatori su cui sono installate.

Come funziona il sistema con le valvole?

Funzionamento dei termostati

Il sistema è molto semplice perchè il dispositivo di comando della valvola è un regolatore proporzionale di temperatura, composto da un soffietto che contiene un liquido termostatico. Quando aumenta la temperatura della stanza, il liquido in questione incrementa il suo volume e fa dilatare il soffietto: così la valvola interrompe il flusso di acqua calda al radiatore.

Se invece la temperatura della stanza diminuisce, il soffietto si contrae a causa della spinta della molla di contrasto e la valvola fa riprendere l’erogazione dell’acqua calda al radiatore. Una volta che il termosifone ha raggiunto la temperatura che è stata precedentemente impostata, la temperatura dell’acqua rimane stabile sui gradi scelti.

Cosa sono i contacalorie?

Contacalorie!

Insieme ai termostati, verrano installati sui termosifoni anche i contabilizzatori di calore o contacalorie, che sono apparecchi in grado di quantificare l'effettivo consumo energetico e una volta installati sui singoli radiatori, calcolano il calore effettivamente consumato.

I contabilizzatori di calore rilevano, per mezzo di due sonde, la differenza e le unità termiche di valutazione (costanti in base alla tipologia e alla grandezza del termosifone). I contacalorie hanno un basso costo e permettono al cliente un effettivo risparmio sulle bollette dell'energia elettrica: quello che si pagherà in fattura sarà il reale consumo energetico.

 

Agevolazioni fiscali per i termostati

 

Scarica il modulo!

Attualmente lo Stato italiano prevede il recupero in dieci anni del 50% del costo sostenuto per l’impianto di contabilizzazione del calore, attraverso una detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione come intervento finalizzato al risparmio energetico. Nel caso in cui il cliente si trovi costretto a sostituzione la caldaia con uno dei nuovi modelli a condensazione, il decreto di stabilità 2011 gli permette la detrazione fiscale, in dieci anni, del 65% delle spese sostenute.

La somma che viene restituita è pari al 65% delle spese totale, in riferimento ai lavori per i quali l'amministratore ha versato il pagamento, sia nel caso di spese sostenute ex novo nel 2016, sia nel caso di lavori iniziati in precedenza e per i quali i pagamenti sono ancora in corso.

Quando saranno obbligatorie le valvole termostatiche e i contabilizzatori di calore?

Nel giugno del 2015 è stato approvato il decreto legislativo della Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, che prevede l’installazione di valvole termostatiche e contabilizzatori di calore su ogni termosifone di una abitazione. Questo decreto entrerà in vigore entro il 31 dicembre 2016 su tutto il territorio italiano, e sarà rivolto a coloro che risiedono in condomini con riscaldamento centralizzato.

Condomini: che impatto hanno i termostati?

Termostati per i condomini

Come abbiamo già detto, entro fine del 2016 tutti i condomini con riscaldamento centralizzato dovranno provvedere all’installazione dei termostati, per regolare la contabilizzazione individuale del calore e la termoregolazione.

Con l’installazione dei termostati ne conseguirà una variazione del regolamento condominiale e delle modalità di ripartizione delle spese per il riscaldamento. Tutti i condomini, con impianto centralizzato, saranno soggetti a questo cambio in modo che le spese vengano divise in base ad una specifica tabella millesimale.

Gli appartamenti situati all’ultimo piano, quindi a contatto col tetto dell’edificio, o al primo piamo, con il pavimento a contatto con ambienti non riscaldati (come ad esempio, cantine o garage), avranno consumi maggiori rispetto agli appartamenti posti ai piani intermedi. Per evitare delle disparità al momento di stimare i consumi, verranno inseriti nelle tabelle di riferimento dei valori di adeguamento, che tengano conto di queste differenze.

Sei un amministratore di condomini e vuoi sapere come risparmiare sull’energia elettrica? Chiamaci allo 010.848.01.61  e richiedi le migliori offerte per condomini. Puoi anche usufruire di una licenza gratuita per l’utilizzo del software Geco 2010.

Sei un amministratore di condominio? Ecco cosa fare!

Gli amministratori di condominio devono iniziare a contattare le varie ditte specializzate (se non l’hanno già fatto), richiedendo un preventivo per l’installazione delle valvole e i contabilizzatori. È importante che la richiesta da parte dell’amministratore avvenga in tempi brevi, poichè i lavori sugli impianti possono essere effettuati solo nei mesi estivi.

Attenzione! Ricorda che i lavori per l’installazione delle valvole vanno fatti a impianto spento, quindi nel periodo compreso tra aprile e ottobre.

A chi rivolgersi per mettere le valvole termostatiche?

Per richiedere una installazione di valvole termostatiche, il cliente dovrà rivolgersi a un termotecnico specializzato, che si incaricherà di progettare l’intervento. Il termotecnico richiederà una serie di dati relativi all’appartamento in cui verranno realizzati i lavori: planimetria complessiva, dati strutturali dell’immobile, rilievi dei punti di dispersione termica…

Le azioni da eseguire sull’impianto di riscaldamento centralizzato escludono opere murarie e installazione di fili: si tratta di una semplice sostituzione delle valvole manuali di ogni termosifone con valvole termostatiche automatizzate. Oltre alle valvole viene applicato un contabilizzatore di calore.

In questo modo si permette ai singoli appartamenti di un condominio una gestione autonoma della temperatura in ogni singolo locale, senza necessità di distaccarsi dall’impianto centralizzato.

Hai un vecchio impianto di riscaldamento? Non c’è problema! Le vecchie valvole manuali verranno sostituite con le nuove valvole termostatiche.

Qual è il costo legato all’installazione delle valvole termostatiche?

Installazione delle valvole

L’installazione delle valvole termostatiche comporta per il cliente una spesa di 120-150 € per ogni calorifero (compresi i costi per adeguare le pompe di circolazione dell’impianto condominiale da portata fissa a variabile), con la possibilità di ammortizzare i costi in quattro-sei anni.

La spesa iniziale è elevata, però diminuendo la quantità di acqua in circolazione nell’impianto, diminuiscono gli sprechi e di conseguenza l’attività della caldaia, permettendo così un importante risparmio sulle spese di riscaldamento.

Ci sono delle penali se non vengono installate le valvole?

I condomini che non osserveranno la legge, saranno soggetti ad una sanzione amministrativa compresa tra 500 e 2500 €, a seconda delle disposizioni adottate dalle singole Regioni.

In Piemonte e Lombardia, i termini per l’installazione sono scaduti a settembre e agosto del 2014, anche se al momento non sono previste sanzioni per chi non è in regola perchè si è deciso di concedere una sospensione fino al 31 dicembre 2016.

Qual è il vantaggio di avere i termostati in casa?

  • Vantaggi economici
  • L’installazione delle valvole termostatiche implica un significativo risparmio sia economico che energetico per il cliente finale. La possibilità di avere calore solo quando serve permette di utilizzarne meno e di ridurre quindi il consumo di combustibile necessario a produrlo.
  • Agevolazioni fiscali.
  • Con il decreto Bersani del 2006, è stato reintrodotto il regime IVA agevolato al 10% per le ristrutturazioni edilizie, tra cui rientra anche questo genere di intervento.
  • Vantaggi energetici
  • Con le valvole termostatiche, la temperatura dell’ambiente si mantiene costante, limitando così gli sprechi: questo permette un importante risparmio energetico e rende gli ambienti molto più confortevoli e vivibili, senza variazioni brusche di calore.
  • Un microclima gradevole e salubre è un valore aggiunto per la casa.

Alcuni consigli per risparmiare! Per una maggiore resa termica, è consigliato evitare di coprire i radiatori con coperte, tende, mobili o copricaloriferi, perché viene impedita la diffusione del calore, che deve poter fluire verso tutta la stanza. Con dei piccoli accorgimenti, è davvero possibile risparmiare!

Risparmia sull'energia elettrica! Chiama Luce-Gas.it allo 010.848.01.61  e fatti proporre le migliori offerte per condomini.