Tu sei qui

Taglio della colonna del gas: come fare il ripristino e quanto costa?

Info attivazione contatore

010.848.01.61

Il taglio alla colonna dei tubi del gas avviene in seguito a morosità e interrompe dall'esterno il flusso del gas metano al contatore.
Cosa fare per riallacciare il gas dopo il taglio e quali sono i costi da pagare per il ripristino dell'utenza?


Quando il fornitore esegue il taglio della colonna?

taglio colonna gas

Cosa fare dopo il taglio della colonna del gas?

Il taglio della colonna della tubazione del gas avviene in seguito al mancato pagamento di una bolletta del gas. In caso di morosità il fornitore invia al cliente un primo sollecito per il pagamento e poi, se l'utente continua a non pagare, una raccomandata con il preavviso di distacco della fornitura.
La semplice sospensione dell'utenza del gas consiste nell'applicazione del sigillo al contatore del metano. In questo modo non si può più aprire la valvola e il flusso di gas è interrotto. La sospensione dura fino a quando il cliente salda il debito contratto al fornitore.
Una volta effettuato il pagamento il tecnico del distributore locale deve provvedere a riattivare il servizio del gas entro un giorno lavorativo dal ricevimento della richiesta.

Il taglio della colonna del gas può avvenire quando, in seguito a morosità, il fornitore non riesce a sospendere il servizio poiché il contatore del gas non è accessibile dall'esterno.

In alcuni casi la sospensione del contatore del gas non è possibile, ad esempio quando il contatore è posizionato all'interno dell'abitazione oppure nella proprietà del cliente. Quando il contatore del gas non risulta accessibile dall'esterno, il tecnico potrebbe non riuscire a chiuderlo, se l'inquilino è assente oppure si rifiuta di aprire. Come ultima possibilità rimane quindi il cosiddetto taglio della colonna. Il cliente viene avvisato sempre tramite raccomandata della possibilità che avvenga il taglio della colonna.
Nella comunicazione che dovrebbe ricevere il cliente sono riportati i costi che verranno addebitati al cliente per l'intervento ed anche per il successivo ripristino del servizio.

Cos'è il taglio della colonna del tubo del gas?

Questa operazione consiste nel tagliare fisicamente la tubazione all'esterno dell'edificio per bloccare l'afflusso di gas metano all'utenza.

Questa operazione avviene prima del contatore, sulla derivazione che collega la tubazione che passa in strada al contatore della casa. 
Il taglio della colonna può avvenire anche se l'utenza si trova in un palazzo, quando ad esempio il contatore del gas si trova sul balcone. In questi casi il taglio può avvenire sulla colonna montante, ossia sulla tubazione verticale che trasporta il gas ai vari piani dell'edificio, con l'utilizzo di un cestello.

L'intervento, così come tutte le operazioni tecniche, viene sempre eseguito dal distributore locale, proprietario del contatore del gas a prescindere dal tuo fornitore con il quale hai il debito.

...

Cosa fare per il ripristino del gas dopo il taglio colonna?

In seguito al taglio colonna il cliente moroso deve provvedere a saldare il debito con il fornitore e richiedere una nuova attivazione.
Quando il fornitore procede al taglio della colonna di solito ha anche avviato la procedura per la cessazione amministrativa. La cessazione amministrativa comporta la chiusura definitiva del contratto da parte del fornitore. Il cliente quindi, per poter riattivare il servizio deve sottoscrivere un nuovo contratto di subentro con un altro gestore.

Anche nel caso in cui il proprietario si accorga che è stato effettuato il taglio della colonna per causa dell'inquilino affittuario che ha lasciato la casa, è necessario chiedere il subentro con il ripristino del servizio ad un altro gestore. Il debito rimane sempre a carico del precedente inquilino moroso ed il proprietario (o il nuovo inquilino) non è tenuto a pagarlo.

  • I dati necessari per sottoscrivere un nuovo contratto sono:
  • i dati del nuovo intestatario:
    nome, cognome e codice fiscale
  • il codice identificativo dell'utenza:
    PDR per il gas (oppure la matricola del contatore del gas)
  • l’indirizzo della fornitura
  • il codice IBAN, se preferisci la domiciliazione bancaria
  • un documento d'identità valido

Una volta inviata la richiesta per la riattivazione del gas riceverai un preventivo con specificato l'importo della spesa per l'intervento. Quando il preventivo viene pagato, viene fissato un appuntamento con il tecnico del distributore che esegue il riallaccio al gas. Effettuata l'operazione il contatore del gas risulta libero e contendibile e l'utente può chiedere l'attivazione che avviene:

  • in massimo 12 giorni lavorativi

Se ti hanno tagliato la colonna del gas senza alcun preavviso, puoi inviare un reclamo al fornitore e fare ricorso.

Devi riattivare il gas dopo il taglio colonna?Chiama lo 010.848.01.61   o fatti richiamare gratuitamente.

Quanto costa il riallaccio del gas dopo il taglio colonna?

La spesa per allacciare di nuovo l'utenza del gas è a carico dell'intestatario del contratto.

Il cliente dovrà pagare sia la spesa per realizzare il taglio sia il costo necessario per il ripristino.

L'importo preciso viene indicato sul preventivo che il cliente riceve quando richiede la riattivazione.
L'ammontare della spesa dipende dal tipo di intervento e può variare di molto, arrivando anche a migliaia di euro.
Se l'operazione è semplice viene effettuata da un solo tecnico e non comprende lavorazioni particolari il costo totale può essere di circa 250 euro, sia per la chiusura che per il ripristino.
Nel caso in cui l'intervento richieda l'impiego di attrezzature speciali, come un cestello per lavori in quota, oppure opere di scavo della pavimentazione stradale la spesa può essere molto più elevata.

Bolletta del gas troppo elevata? Falle fare un check-up!

...

Commenti