Tu sei qui

Quant'è la spesa media mensile di una famiglia italiana per l'energia elettrica?

Attivazioni

010.848.01.61

Qual è la spesa media mensile per la luce di una famiglia tipo?

In questo articolo analizziamo la spesa media mensile per una famiglia italiana tipo.
Il prezzo medio varia in base a diverse condizioni, per questo motivo abbiamo considerato per ogni famiglia due casi diversi: una coppia e una famiglia di 4 persone. Con usi abitudini e elettrodomestici differenti.
E' possibile diminuire la bolletta dell'energia elettrica mensile?

La spesa media mensile per l'energia pagata da una famiglia italiana

La spesa media pagata ogni mese dai consumatori di energia elettrica varia principalmente in funzione del consumo (che dipende dalle dimensioni dell'abitazione, dal numero di occupanti, dal loro comportamento, dal numero e dal tipo degli elettrodomestici presenti), dalla potenza impegnata e dal fornitore scelto.

Nella tabella seguente è indicata la spesa mensile per l'energia elettrica pagata da una famiglia tipo in Italia. Abbiamo considerato come esempio una coppia che vive in un'abitzione di 50 metri quadri e una famiglia di 4 persone con una casa di 100 mq.
In entrambi i casi abbiamo calcolato la spesa indicativa mensile con degli elettrodomestici di base (2 televisori, computer, frigo, lavastoviglie e lavatrice) e successivamente con la presenza anche di un boiler elettrico per l'acqua calda e del condizionatore (uno o due a seconda del caso).
La spesa media mesile si riferisce alla tariffa residente D2, con 3 kW di potenza, con le tariffe del servizio di maggior tutela al primo trimestre del 2015.

m2 e n. occupanti Apparecchiature elettriche Prezzo mensile dell'energia elettrica
50 m2
2 persone
Base (TV, pc, frigo, lavastoviglie, lavatrice) 24,2 € mensili
Base (TV, pc, frigo, lavastoviglie, lavatrice) + condizionatore + scaldabagno elettrico 52,9 € mensili
100 m2
4 persone
Base (TV, pc, frigo, lavastoviglie, lavatrice) 31,3 € mensili
Base (TV, pc, frigo, lavastoviglie, lavatrice) + 2 condizionatori + scaldabagno elettrico 99,7 € mensili

Fonte: nostra elaborazione e dati Autorità, I trimestre 2015

Le componenti della bolletta elettrica

L'importo totale della bolletta dell'energia elettrica include diverse componenti, alcune delle quali fisse e definite dall'Autorità altre invece variabili in base ai comportamenti e alle scelte dell'utente.

  • Le componenti della bolletta elettrica
  • Il costo di una quota fissa, (€/punto di consegna/mese)
  • La spesa per la quota potenza, (€/kW) definita in base ala potenza impegnata del contatore
  • L'importo della quota variabile, (€/kWh) che si ottiene moltiplicando il consumo del periodo per il prezzo al kWh

Assicurati di pagare il prezzo dell'energia e del gas più conveniente: fai analizzare la tua bolletta!

check-up bolletta

I consumi stimati e il conguaglio dell'energia elettrica

In molti casi il cliente paga la bolletta in base ad una stima del suo consumo. Sulla bolletta della luce questo viene specificato nella parte di riepilogo delle letture attraverso la voce: consumo stimato.
Questa stima si basa su una valutazione dei consumi storici precedenti della casa. In teoria i moderni contatori elettronici installati in quasi tutta Italia, consentono la telelettura, cioè la lettura dei consumi a distanza ma purtroppo questo in alcune zone ancora non avviene e vengono comunque fatturati i consumi stimati.
Una o due volte l'anno viene poi effettuata la lettura del contatore da parte del fornitore, sempre che precedentemente, non sia stata inviata dal cliente l'autolettura.

Per evitare le bollette di conguaglio comunica l'autolettura del tuo contatore, ecco i contatti fornitore a cui inviare l'autolettura. Per avere maggiori informazioni chiama lo 010.848.01.61  

Sulla base dei consumi effettivi realmente effettuati, viene fatturata la bolletta di conguaglio. Se il cliente ha consumato meno del previsto, il fornitore deve rimborsare la differenza e la bolletta di conguaglio è negativa. Nel caso opposto, se il cliente ha avuto un consumo superiore alle stime, il fornitore addebita la differenza al cliente.

Questo sistema a volte può portare a spiacevoli sorprese, con delle inaspettate bollette di conguaglio molto elevate. Un caso tipico è quando cambiano le nostre abitudini per esempio con la nascita di un bambino oppure quando acquistiamo altri apparecchi elettrici, come l'installazione di condizionatori mai avuti.
Contatta il tuo fornitore se vuoi pagare a rate la bolletta, spesso i fornitori consentono il pagamento rateizzato delle bollette di conguaglio.

Le offerte a prezzo fisso possono evitare gli aumenti sulla spesa mensile per l'energia?

I fornitori di elettricità propongono offerte a prezzo bloccato per 1, 2 o 3 anni. Per tutta la durata del contratto il prezzo dell'energia a kWh non cambia, al contrario delle tariffe del servizio di maggior tutela che possono aumentare più volte all'anno, essendo aggiornate ogni 3 mesi.
Ricordiamo che la stabilità del prezzo è comunque relativa perchè:

  1. Un offerta a prezzo fisso non può evitare l'aumento della bolletta causato da un incremento delle tasse
  2. Con il prezzo fisso la bolletta mensile non è sempre la stessa. Se il tuo consumo elettrico aumenta, ci sarà un aumento della bolletta
...

Commenti