Tu sei qui

Chi è il gestore della rete elettrica e del gas metano?

Attivazioni

010.848.01.61

Rete di distribuzione elettrica ad alta tensione

A seguito della liberalizzazione dei mercati dell'energia elettrica e del gas, si è creata una netta differenza tra le varie fasi della filiera elettrica e del gas, e di conseguenza anche tra le società ad esse correlate.
In entrambi i casi il gestore della rete elettrica e gas è colui che si occupa del trasporto dell'energia sulla rete. Questo avviene attraverso i cavi in alta,media e bassa tensione, per quanto riguarda l'energia elettrica, ed attraverso i metanodotti in alta media e bassa pressione per il gas.

Mercato dell'energia elettrica

Nel caso dell'energia elettrica, l'attività di trasporto sulla rete è suddivisa in due parti:

Entrambi i settori, dopo la liberalizzazione, sono rimasti in monopolio naturale poichè non sarebbe conveniente realizzare nuove reti per il trasporto in concorrenza con quelle esistenti.

Nel settore della trasmissione sono attivi 12 operatori anche se il 98,3% delle linee della rete di trasmissione nazionale (RTN) è di proprietà del gruppo Terna. A fine 2013 invece risultano 138 le società di distribuzione che hanno distribuito energia ad oltre 37 milioni di clienti.

Il gruppo Terna

Il Gruppo Terna attraverso la società Terna Rete Italia gestisce la Rete di Trasmissione Nazionale con oltre 63.500 km di linee in Alta tensione, garantendone la sicurezza, la qualità e l’economicità nel tempo. Terna Plus è la società del Gruppo che gestisce invece le nuove opportunità di business e le attività diverse da quelle tradizionali, anche all’estero.
L'azionista di riferimento di Terna è la Cassa depositi e prestiti, che detiene quasi il 30% del capitale sociale, seguito da Assicurazioni Generali (2%), mentre la restante è ripartita tra investitori istituzionali e altri azionisti.

Lo sapevi che...
Terna è il primo operatore indipendente in Europa e sesto al mondo per chilometri di linee elettriche gestiti!

Le attività di Terna

Terna è responsabile della trasmissione e del dispacciamento dell’energia elettrica ad alta tensione in tutta Italia. Le principali attività sono:

  • Gestione del sistema elettrico. Poichè è difficile accumulare l'energia elettrica ci deve essere un equilibrio tra l'energia richiesta e quella prodotta. Terna garantisce questo equilibrio, effettuato dal Centro Nazionale di Controllo e dai Centri Territoriali, monitorando i flussi in sicurezza
  • Ingegneria e gestione impianti. Terna si occupa dell'efficienza delle infrastrutture e della loro manutenzione
  • Sviluppo della rete. Terna è inoltre responsabile dell'attività di programmazione e sviluppo della Rete di Trasmissione Nazionale, eseguendo interventi di sviluppo per le nuove infrastrutture del paese, sulla base di un piano a lungo termine approvato ogni anno dal Ministero dello Sviluppo Economico.

I progetti di Terna

PROGETTO INSULA
Terna ha realizzato un network di cavi sottomarini tecnologicamente sofisticati, con l’obiettivo di potenziare la rete che unisce l’Italia alle sue isole:

  • Collegamento tra Sardegna e Penisola Italiana
  • Interconnessione delle isole campane con la terraferma
  • Collegamento tra Sicilia e Calabria
  • Collegamento “Isola d’Elba-Toscana”
  • Collegamento tra Sardegna, Corsica e Penisola Italiana
  • Interconnessione delle isole della Laguna Veneta

L'opera tra Sardegna e Penisola Italiana (Sa.Pe.I.), conlcusa nel 2012, è il più lungo collegamento sottomarino del Mediterraneo (435 km) e il più profondo al mondo con 1.640 metri di profondità. Porterà significativi risparmi al sistema elettrico grazie alla rimozione dei “colli di bottiglia” tra la zona Sardegna e il resto del mercato e si avrà anche un maggior utilizzo di energia rinnovabile.

La Rete di Trasmissione ha anche la funzione di interconnettere la rete nazionale con le rete elettrica estera, nel 2013 incrementata, in termini di capacità, ai fini dell’importazione.

GRANDI PROGETTI IN EUROPA
Per aumentare l’interconnessione elettrica con l’Europa, sono già partite 3 grandi opere che comportano un investimento complessivo di circa 1,5 miliardi di euro. Lo scopo è quello di far diventare l'Italia un hub elettrico, ovvero un punto di snodo naturale. I collegamenti di interconnessione sono tra:

  • Italia-Francia: aumento di oltre il 60% della capacità di transito sulla frontiera
  • Italia-Montenegro: rappresenta il primo “Ponte elettrico” con i Balcani
  • Italia-Austria

Le Società di distribuzione del mercato elettrico

A fine 2013 in Italia risultano 138 società di distribuzione, che nel 2013 hanno distribuito 269 TWh di energia ad oltre 37 milioni di clienti (punti di prelievo). I grandi operatori, definiti come quelli che servono oltre 500.000 punti di prelievo sono quattro:

  • e-distribuzione (ex Enel Distribuzione)
  • Acea Distribuzione
  • A2A Reti Elettriche
  • Aem Torino Distribuzione

Nella composizione societaria dei distributori si evidenzia la prevalenza di enti pubblici (38,3%) ed imprese energetiche locali (8,5%).

Se vuoi cercare il tuo distributore dell'energia elettrica, clicca qui. Per un elenco dei contatti dei principali distributori, clicca qui.

Rete di distribuzione gas naturale

Mercato del gas

Anche nel mercato del gas l'infrastruttura è divisa in:

  • Trasporto, oltre 34.000 km di metanodotti in alta pressione
  • Stoccaggio di scorte di gas
  • Distribuzione, in media e bassa pressione fino alla consegna finale agli utenti

Nel 2013 sono dieci le imprese che gestiscono la rete di trasporto del gas nazionale e regionale: tre per la rete nazionale e nove per la rete regionale. Il principale operatore è Snam Rete Gas che possiede quasi il 94% delle reti.
A differenza della rete elettrica quella del gas prevede l'attività di stoccaggio, ossia l'accumulo di scorte di gas naturale per rispondere ai picchi improvvisi ed imprevedibili di domanda di gas, abbastanza frequenti durante i periodi invernali.

Lo sapevi che...
In Italia vi sono dieci siti di stoccaggio attivi, tutti realizzati in corrispondenza di giacimenti di gas esausti!

Snam

La Snam, società quotata alla Borsa di Milano, è un operatore integrato a presidio delle attività regolate del settore del gas in Italia. Snam Rete Gas è l'azienda del gruppo leader in Italia nel trasporto e dispacciamento di gas naturale, che gestisce una rete di metanodotti di oltre 32.000 km.

Le attività di Snam

Snam opera nelle seguenti attività:

  • Trasporto e dispacciamento del gas naturale con Snam Rete Gas
  • Rigassificazione con Gnl Italia
  • Stoccaggio con Stogit
  • Distribuzione cittadina con Italgas

Le strategie di Snam

Snam Rete Gas ha come obiettivo strategico quello di incrementare la sicurezza e la flessibilità del sistema, prevedendo un investimento di 6 miliardi di euro per il periodo 2014-2017. Tale impiego di denaro è finalizzato a potenziare le infrastrutture gas in Italia (dorsale Sud-Nord e in pianura padana) e lo sviluppo internazionale, anche tramite acquisizioni di società estere.
Un importante passo, concluso a settembre 2014, è stato l'acquisto del gasdotto Tag, 380 km dal confine tra Slovacchia e Austria e il confine italiano, che costituisce un asset strategico per lo sviluppo del corridoio energetico europeo est-ovest. Il Tag porta in Italia le forniture di gas russo (che corrispondono quasi ad un terzo del totale dei consumi italiani).

Stogit

Stogit, azienda del gruppo Snam, è il maggiore operatore italiano che opera nel settore dello stoccaggio del gas naturale. La società opera in regime di concessione e gestisce un complesso sistema integrato di infrastrutture composto da giacimenti, condotte, centrali di compressione, un sistema di dispacciamento operativo, ... Stogit fornisce i propri servizi di stoccaggio a 118 operatori, rispettando un Codice approvato dall'Autorità.
Nel 2013 lo spazio disponibile di working gas è stato di 11,4 miliardi di m3, oltre a ulteriori 4,5 miliardi di m3 di riserva strategica, mentre la quantità di gas movimentato è stata di circa 18,42 miliardi di m3.

Le Società di distribuzione del mercato del gas

Nel 2013 nel settore della distribuzione del gas sono presenti in Italia 224 imprese attive, che hanno distribuito 34,1 Gm3 di gas. I principali gruppi operanti nel settore, con accanto la quota percentuale di volume di gas distribuito nel mercato, sono:

  • Snam    22,9%
  • F2i Reti Italia    16,6%
  • Hera    7,9%
  • Iren    6,2%
  • A2A    6,1%
  • Toscana Energia    3,6%

Commenti