Tu sei qui

Dove trovo il numero di matricola del contatore gas?

Attivazioni gas

010.848.01.61

Dov'è il numero di matricola del contatore gas

La matricola del contatore del gas è un dato richiesto dal fornitore per poter portare a termine alcune operazioni come ad esempio un subentro o un'attivazione di un'utenza gas oppure il cambio di fornitore.

Stai compilando un modulo e non sai dove trovare il numero della matricola del contatore del gas?

In questa scheda vediamo che cos'è la matricola del contatore gas e dove puoi trovarla.

Che cos'è il numero di matricola del contatore gas?

La matricola del contatore del gas è un numero che identifica univocamente l'apparato di misura.
Questo significa che ogni contatore ha un numero di matricola differente rispetto ad un altro.
Questo numero, solitamente di 8 cifre, è assegnato in fabbrica dall'azienda produttrice del dispositivo stesso.
Nel caso di contratti che riguardano la fornitura di gas, oltre ai dati generali dell'intestatario e al codice PDR è necessario specificare anche la matricola del contatore.

  • La matricola del contatore gas è in molti casi necessaria per effettuare:
  • L'attivazione della fornitura del gas (o subentro)
  • Il cambio di fornitore
  • La voltura della fornitura del gas
  • La sostituzione del contatore
  • La spostamento del contatore

E' importante sapere che quando cambi fornitore, il gas che viene consegnato a casa è sempre lo stesso. Il cambio fornitore è infatti semplicemente un'operazione commerciale e non vengono effettuati dei lavori sul tuo impianto di casa, nè sul contatore, nè sulle tubazioni esterne.

Lo sapevi che...
In caso di cambio fornitore il contatore non viene modificato nè sostituito e quindi il suo numero di matricola non varia.

Anche quando effettuiamo le altre operazioni come subentro o voltura del gas, la matricola del contatore non cambia.
Solamente nel caso in cui il contatore abbia un malfunzionamento e venga sostituito, il nuovo apparecchio è diverso e avrà un altro numero di matricola che lo identifica.

In alcuni casi la matricola del contatore ha un'importanza cruciale.
Questo accade ad esempio quando non abbiamo la possibilità di reperire i dati della fornitura (codice PDR) perchè la casa è stata disabitata da molto tempo (non abbiamo una vecchia bolletta del gas e non possiamo contattare l'inquilino precedente) e all'indirizzo di casa corrisponde più di un contatore.
In questa situazione è indispensabile la matricola del contatore da comunicare al distributore di zona per poter risalire al codice PDR ad esso associato.
Ti consigliamo di contattare il distributore sempre attraverso una richiesta scritta, da inviare tramite fax.
Per trovare i contatti dei principali distributori di luce e gas clicca qui.

Serve una mano con il trasloco?
...
Confronta gratis 5 preventivi di ditte di trasloco.
Non affidarti al primo che capita. Clicca qui!

Dove trovo il numero di  matricola del contatore del gas?

Trovare la matricola del contatore gas

La matricola del contatore è segnata sull'apparecchio stesso, nei dati di targa che si trovano vicino al consumo del gas (i numeri che girano). Molto spesso viene indicata con l'abbreviazione della parola "numero" N., Nr. oppure No. e è composta da 8-9 cifre.

Per quanto riguarda il gas, la matricola deve essere indicata anche sulla bolletta del gas.
La trovi nel riquadro con elencate le caratteristiche della fornitura del gas.
Per esempio nella bolletta gas dell'Eni, tra i dati viene indicata la tipologia del contatore (normalmente per gli usi domestici è di classe G4), e subito dopo il numero di contatore che corrisponde al numero di matricola del contatore. Nella bolletta gas dell'Enel è presente invece proprio la dicitura Maricola contatore, sempre nella sezione "Dati fornitura".
In altre bollette puoi trovare il riferimento della matricola anche nel riquadro delle "letture e consumi", ad esempio nella bolletta del gas di A2A, dove c'è scritto: letture e consumi su contatore matricola: 0012345678.

Trova la matricola del contatore nella bolletta del gas

Differenza tra numero di matricola del contatore e codice PDR

Come abbiamo detto in precedenza la matricola è un numero legato al contatore del gas che non si deve confondere con il PDR, (Punto di Riconsegna) che invece individua l'utenza. Il PDR è un codice alfanumerico di 14 cifre che è associato al contatore ma è diverso dalla matricola dell'apparecchio.
In caso di sostituzione del contatore, la matricola cambia, perché è un altro dispositivo ma l'utenza è quella, il codice PDR quindi  rimane invariato.
Se stai cercando il codice PDR, visita la nostra pagina dove viene spiegato come trovare il PDR.

Devi attivare il contatore del gas?Chiama lo 010.848.01.61   e scopri qual è la tariffa più conveniente.

Come si misura il gas metano nel contatore

I modelli di contatore di gas metano che sono installati nelle nostre case sono del tipo a membrana (o a pareti deformabili). Il funzionamento del contatore consiste nell'isolare, durante ogni singola misurazione, un preciso volume noto di gas, in due contenitori chiamati camere di misura. La dimensione delle camere dipende dalla portata massima del contatore.
Normalmente i contatori domestici sono di classe G4 e hanno una portata massima di 6 m3 all'ora, il volume di ciascuna camera in questo caso è di 0,5 dm3.
La misurazione avviene con il riempimento e lo svuotamento delle due camere, tenendo conto del numero di volte in cui l'operazione viene eseguita.

Fino agli inizi degli anni '90 le membrane impiegate nei contatori erano di origine animale. Con il passare del tempo questo tipo di membrana è soggetto ad usura e il contatore potrebbe conteggiare in maniera errata il consumo di gas. E' da sottolineare che questo errore potrebbe favorire il cliente (conteggiando meno gas ad esempio con un basso consumo prolungato) oppure sfavorirlo, calcolando una quantità maggiore di quella effettivamente consumata.

Dopo il 1992 i contatori installati sono stati sostituiti definitivamente dal tipo a membrana sintetica, poichè sono più resistenti e non soggetti a usura.

Verifica del funzionamento vecchio contatore del gas

Nel caso tu abbia un contatore vecchio e voglia farlo controllare devi richiedere la verifica al tuo fornitore. Quest'ultimo poi gira entro 2 giorni la domanda al distributore, che effettua fisicamente la verifica dello stesso.
Verrai contattato per prendere un appuntamento con il tecnico che può controllare il contatore presso la tua casa, oppure può sostituirlo e portarlo al laboratorio.
In entrambi i casi ricorda sempre di farti lasciare dal tecnico una copia del verbale di verifica. Per i dettagli su come inviare la richiesta della verifica del contatore clicca qui.

Installazione nuovo contatore elettronico del gas

Nel 2008 l'Autorità ha stabilito che i contatori del gas dovranno essere sostituiti gradualmente dai nuovi apparecchi elettronici, dotati di display a cristalli liquidi che permettono la telelettura a distanza.
Con un'apposita delibera emanata nel 2013 vengono stabilite le attività, le tempistiche e le modalità per regolare il piano di sostituzione con i moderni smart meter gas.
L'obiettivo imposto è la sostituzione del 60% dei contatori in servizio alla fine del 2018 e diversi distributori hanno già iniziato a sostituire i propri contatori del gas con la versione più moderna.

Commenti