Tu sei qui

Quant'è il costo dell'energia elettrica al metro quadro?

Pensi di pagare troppo?

010.848.01.61

Quant'è il costo dell'energia a mq?

Quant'è il costo dell'energia elettrica per metro quadro di un'abitazione? Naturalmente non è così facile rispondere a questa domanda perché i fattori da cui dipendono i consumi di una casa sono molti.

In questo articolo vediamo insieme un'analisi dei fattori da cui dipende la bolletta della luce, alcuni esempi di spesa e come fare per risparmiare sul costo.


Da cosa dipende il costo dell'energia elettrica al metro quadro

Il costo dell'energia elettrica al mq dipende prima di tutto dal consumo annuale. Questo è ancor più valido in Italia dove la tariffa adottata è progressiva.
Con questa tariffa infatti il prezzo unitario per kWh che paghiamo in bolletta aumenta al crescere dei consumi. Se vuoi sapere come funziona e il perchè della tariffa progressiva leggi il nostro articolo dedicato.
Il prezzo al metro quadro varia quindi in funzione di diversi fattori di seguito elencati.

Fattori da cui dipende il prezzo al mq di elettricità
Le caratteristiche della struttura e degli impianti L'isolamento termico delle pareti, del tetto e degli infissi, la classe energetica degli elettrodomestici, la presenza o meno di un termostato per il riscaldamento...
Il numero delle persone e il numero e tipo degli elettrodomestici La lavatrice, lavastoviglie, frigorifero, congelatore, scaldabagno, asciugatrice..) e apparecchi elettrici utilizzati (aspirapolvere, condizionatori, computer...
Le abitudini di consumo degli abitanti I comportamenti virtuosi volti al risparmio e la presenza costante o meno in casa: solo di sera e nei weekend oppure anche durante il giorno...
Il fornitore di energia elettrica scelto Tra gli operatori del mercato libero o il Servizio di Maggior Tutela

Se vuoi sapere quanta energia elettrica consumano gli elettrodomestici di una famiglia tipo, in questo articolo abbiamo realizzato un calcolo per una casa di 100 mq, analizzando anche la situazione in presenza o meno di un boiler elettrico.

Qual è il costo dell'energia elettrica al metro quadro per usi base

Qualora la vostra casa abbia il riscaldamento con una caldaia tradizionale sia per i termosifoni che per l'acqua calda sanitaria (ad esempio caldaia a gas, caldaia a GPL o riscaldamento centralizzato), il consumo di elettricità sarà da imputare solamente agli elettrodomestici, alle apparecchiature elettriche comuni (televisione, computer, aspirapolvere...) e all'illuminazione.

Nella tabella sottostante abbiamo riportato una stima del consumo indicativo di un'abitazione in funzione della sua superficie.
Come puoi notare viene indicato un range di consumi, con i valori relativi ai due casi limite. Questo per differenziare un'abitazione con un basso consumo di energia che è dotata di elettrodomestici moderni ed efficienti e con occupanti con buone abitudini, rispetto ad un'altra nella quale, ad esempio, sono presenti molti apparecchi elettrici e obsoleti.

Il costo dell'energia elettrica al metro quadro è relativo alla bolletta annuale di un'utenza domestica residente (tariffa D2) nel servizio di maggior tutela.

Costo dell'elettricità al metro quadro in base al consumo
Superficie Consumo indicativo Costo energia elettrica al mq
50 mq Da 1350-1550 kWh Da 4,8 - 5,3 € / mq
70 mq Da 1600-1800 kWh Da 3,9 - 4,2 € / mq
100 mq Da 1800-2200 kWh Da 2,9 - 3,8 € / mq

Fonte: nostra elaborazione e dati Autorità per l'Energia e il Gas, III trimestre 2016

E' evidente come la spesa della bolletta annuale per l'energia elettrica al metro quadro si riduca man mano che la superficie dell'abitazione presa in considerazione aumenta.
Questo perchè i consumi non sono proporzionali alla grandezza della casa (se non in minima parte) ed inoltre all'interno della bolletta ci sono dei costi fissi, indipendenti dall'effettivo consumo, che vengono ammortizzati con consumi più elevati.

Effettuare una stima del prezzo dell'energia elettrica al metro quadro

Il calcolo per il costo dell'energia elettrica al metro quadro dipende, come abbiamo già detto, da molteplici fattori.
Ogni caso è unico nel suo genere e ci possono essere situazioni intermedie rispetto alle due sopra citate, come ad esempio un'abitazione con il riscaldamento centralizzato per i termosifoni e lo scaldabagno elettrico per l'acqua calda.

  • Chiama lo 010.848.01.61 per un preventivo gratuito ed un consulente ti consiglierà l'offerta economica più adatta a te. Se preferisci, puoi anche farti richiamare gratuitamente.
  • Calcola i tuoi consumi inserendo i dati sulla tua casa se vuoi effettuare una valutazione di massima dei tuoi consumi elettrici con il nostro strumento online gratuito. 

3 consigli per dimunuire la spesa della bolletta dell'energia elettrica

Per diminuire la bolletta dell'elettricità al metro quadro ci sono tre diversi metodi, di seguto spiegati:

  1. Rendere la vostra abitazione meno energivora
  2. Adottare comportamenti per il risparmio energetico
  3. Scegliere un fornitore competitivo

L'efficienza energetica della casa sicuramente è un fattore importante, che può essere migliorato solo con degli investimenti economici.
Un'inizativa semplice, veloce e soprattutto gratuita, per risparmiare potrebbe essere quella di cambiare fornitore, approfittando di una tariffa più conveniente rispetto a quella che stai pagando attualmente. Da gennaio 2016 è stata introdotta la nuova bolletta 2.0, per migliorare la comprensione delle bollette degli italiani.

Assicurati di pagare il prezzo dell'energia più conveniente: fai analizzare la tua bolletta!

check-up bolletta

Investimento nell'efficienza energetica

Da diversi anni ogni elettrodomestico è obbligato per legge ad avere l'etichetta energetica che indica il consumo del prodotto che stai comprando. Gli apparecchi con classe A o A+ sono i più efficienti ed hanno consumi inferiori rispetto agli altri. La maggior spesa iniziale viene ripagata nel tempo con una bolletta meno cara.
L'illuminazione a LED è un altro semplice intervento che può portare ad un risparmio di energia, in particolar modo se abbiamo ancora le classiche lampadine ad incandescenza.

Acquista elettrodomestici più moderni ed efficienti che consumano meno energia e ricordati di guardare l'etichetta energetica.

Se utilizzi la corrente elettrica per riscaldare la tua casa, un buon isolamento termico della stessa deve essere una priorità. Il più semplice degli interventi è la sostituzione dei vecchi infissi con dei nuovi infissi a taglio termico che consentono una minor dispersione del calore verso l'esterno.

Offerta luce del mercato libero più conveniente

Nel mercato libero l'elettricità ricevuta e la potenza impegnata che hai a disposizione sono sempre le stesse, indipendentemente dal fornitore scelto.
E' infatti solo il prezzo dell'energia che cambia da un'offerta all'altra ed i servizi aggiuntivi eventualmente offerti.
Puoi confrontare le tariffe del mercato libero e trovare quella più conveniente adatta alle tue esigenze. In generale le offerte web, ossia quelle che gestisci online e con la domiciliazione bancaria sono le più convenienti.

Confronta in autonomia e gratuitamente le offerte di luce e gas!

...

Buone abitudini per risparmiare energia elettrica

Cambiare leggermente il nostro stile di vita e porre un pò di attenzione nei nostri comportamenti e nelle nostre attività domestiche di tutti i giorni può far scendere la bolletta della luce.
Ad esempio abbassare di qualche grado il termostato del riscaldamento, fare la doccia invece del bagno nella vasca, spegnere gli apparecchi elettrici senza lasciarli in standby, regolare la temperatura dello scaldabagno non al massimo... sono tutti accorgimenti che riducono la spesa della luce.

Qual è il costo dell'energia in "un'abitazione elettrica"

Se la vostra casa è dotata di una stufa elettrica e di un boiler elettrico per il riscaldamento e per l'acqua calda ed inoltre utilizzate l'elettricità anche per cucinare (piano cottura elettrico o a induzione) allora la vostra casa è "completamente elettrica".

Una casa completamente elettrica ha il riscaldamento elettrico ed è quindi indipendente dal gas.

In questo caso i consumi elettrici sono nettamente più elevati e quindi anche il costo dell'energia per metro quadro aumenta. Il costo sale anche perchè è necessaria una potenza impegnata superiore a quella standard pari a 3 kW, con un conseguente aggravio delle quota potenza all'interno della bolletta.
In realtà, con la potenza superiore a 3 kW, si passa in ogni caso alla tariffa D3 che prevede degli oneri maggiori per il trasporto e gestione del contatore e di sistema.

In Italia abbiamo una rete di distribuzione del gas ben diffusa e nelle zone dove il gas non arriva nella maggior parte dei casi, per il riscaldamento viene installata comunque una caldaia tradizionale a GPL. Per questo motivo le abitazioni dotate di riscaldamento elettrico, molto diffuse in Francia, (con pannelli radianti, riscaldamento elettrico a pavimento o convettori elettrici a basso consumo) sono molto rare.