Tu sei qui

Che cos’è la tariffa binomia del gas per le aziende?

Offerte luce e gas

010.848.01.61

La tariffa binomia riguarda i grandi clienti con consumi di gas metano molto elevati.
Scopri in quali casi conviene adottare una tariffa binomia e come evitare le penali addebitate per i consumi di gas in eccesso.

tariffa gas binomia

Quando conviene la tariffa binomia?

Questo tipo di tariffa interessa solamente le forniture con partita IVA di grandi aziende.
La tariffa binomia è infatti una tipica offerta per quei particolari clienti che consumano una grande quantità di gas metano, superiore a 200.000 mc all'anno.
Per avere un'idea della capacità di gas necessaria a questi utenti, si pensi che un'utenza domestica standard si ferma a 1400 mc annuali.


Le offerte del gas per le grandi aziende

Nel mercato libero le offerte di gas metano per le aziende sono in buona parte standardizzate, con condizioni contrattuali simili tra loro e che si possono stipular anche tramite il web. Questo non vale quando il volume di gas prelevato dal cliente è molto elevato e superiore a 200.000 metri cubi all'anno.

Con i grandi consumatori il prezzo dell'offerta viene negoziato dalle parti con contratti bilaterali tra cliente e fornitore, con delle offerte ad hoc.

Nel contratto quindi vengono stabilite le condizioni sia sulle quantità e sia sul prezzo del gas metano, con accordi molto dettagliati. Questo poiché è necessario personalizzare il contratto a seconda delle esigenze dell'azienda e offrire anche servizi aggiuntivi di tipo consulenziale.

  • Le caratteristiche principali dei contratti per le grandi aziende sono:
  • La capacità giornaliera impegnata
    il volume massimo che il cliente può prelevare dalla rete del gas metano
  • La struttura della tariffa del prezzo
    che può essere con un corrispettivo monomio oppure binomio
  • La presenza di penali
    applicate dal fornitore se non vengono rispettati dal cliente i vincoli contrattuali imposti 

I contratti per questa tipologia di clienti hanno in genere una durata annuale, senza rinnovo automatico, al termine dei 12 mesi è possibile scegliere un altro fornitore senza incorrere al pagamento di penali. D'altro canto però quasi tutti i contratti prevedono delle penali se il cliente supera la capacità giornaliera. In alcuni casi il contratto prevede un pagamento aggiuntivo nel caso in cui venga superato il volume annuo di gas previsto.

Assicurati di non pagare troppo in bolletta: falle fare un check-up!

...

Che cos’è la tariffa binomia del gas per le aziende?

Le tariffe binomie sono utilizzate quasi sempre dai grandi consumatori business oppure anche per i domestici nelle bollette per i servizi di teleriscaldamento.
Il prezzo del gas può avere una struttura con tariffa monomia o binomia, vediamo la differenza.

  1. Tariffa monomia
    Ha un unico prezzo per ciascun metro cubo consumato
  2. Tariffa binomia
    Prevede una quota fissa mensile più una parte proporzionale ai consumi, destinata a coprire i costi variabili

Le tariffe di tipo monomio sono caratterizzate da un unico costo proporzionale al volume di gas prelevato dal cliente. La tariffa monomia è consigliata quando i prelievi di gas metano sono irregolari e non possono essere facilmente programmabili.

La tariffa binomia invece prevede un termine fisso, il cui importo è legato alla portata di gas impegnata dell'utente e uno variabile. Quest'ultimo, espresso in c€/Smc, dipende dalla stagionalità e anch'esso dipende dal volume di gas complessivamente prelevato.
In entrambi i casi il prezzo concordato da contratto può essere fisso per un periodo di tempo oppure più raramente viene aggiornato regolarmente (prezzo indicizzato).

Come scegliere la binomia e come evitare le penali per il gas in eccesso?

Nel contratto per forniture di queste dimensioni vengono sempre inserite una serie di specifiche clausole contrattuali.
Le clausole per il volume di gas sono utili al fornitore per poter programmare gli approvviggionamenti di gas naturale. Il motivo è che il fornitore garantisce al cliente una certa quantità di gas e per farlo deve prenotare la capacità di gas alla cabina REMI, dalla quale parte la tubazione del gas che arriva al cliente. Il fornitore quindi paga un importo in base alla quantità del gas, che se viene superata comporta un aggravio della spesa che poi verrà addebitata al cliente.

Il cliente deve dichiarare il consumo di gas giornaliero in fase di stipula del contratto.

Per scegliere la tariffa binomia è importantissimo poter fare una stima precisa della distribuzione dei consumi di gas naturale sia nel corso dell'anno sia giornalieri.
Per sottoscrivere un'offerta di questo genere dovrai contattare un consulente del fornitore specializzato nei contratti con le aziende, con il quale definire sia il prezzo dell'offerta sia le condizioni contrattuali.

Il profilo di consumo è legato al settore di attività dell'azienda e alle caratteristiche del processo produttivo. A differenza dell'energia elettrica, il consumo di gas prevede una forte stagionalità perché nei mesi invernali le temperature sono più rigide e il riscaldamento degli ambienti aumenta il consumo di gas.

...