Tu sei qui

Ddl Concorrenza: posticipata la fine del Servizio Tutelato a giugno 2019

La fine del Servizio di Maggior Tutela per luce e gas è slittata a luglio 2019. Che cosa implica per i clienti questa manovra del Governo?

Come scegliere nel mercato libero?

È stata accolta la scorsa settimana la richiesta, delle associazioni dei consumatori, di prolungare fino all’estate 2019 il sistema con tariffe fissate dall’Autorità per l’energia, il gas e il sistema idrico. Nella riunione governo-maggioranza sul ddl Concorrenza si è arrivati quindi ad un accordo sullo slittamento a giugno 2019 della fine del mercato tutelato dell'energia e del gas, attualmente previsto per giugno 2018.

Il rinvio al 2019 rientra così nel maxi emendamento che il Governo presenterà in Senato per il voto di fiducia al ddl Concorrenza (cioè il Disegno di Legge sulla Concorrenza): l’obiettivo è quello di accertarsi che la fine della tutela non causi rincari alle bollette di luce e gas. Però, d’altro canto, ci si inizia anche ad interrogare se di questo passo ci sarà una totale concorrenza nel mercato energetico perché di fatto, questi continui rallentamenti evitano che il mercato sia effettivamente liberalizzato del tutto.

...

La rivoluzione del mercato energetico

gas metano

Fine del servizio tutelato prevista per il 2019

Il progetto di liberalizzazione totale del mercato dell'energia si rallenta così, a causa di tempistiche più lunghe, ma l'obiettivo del Governo è quello di permettere a tutti i clienti e le società di vendita di prepararsi adeguatamente a questo cambio. Quindi dovremo aspettare ancora un po' per vedere la fine reale del servizio tutelato e il passaggio totale al mercato libero per luce e gas.

Nel frattempo, il Governo e l'Autorità hanno cercato di migliorare alcuni aspetti del mercato, potenziando il Servizio Informativo Integrato e adottando le politiche di unbundling, obbligando cioè le società attive sia nel servizio tutelato che nel mercato libero, di adottare brand e nomi diversi, per evitare di creare confusione per i clienti. 

Quali sono i vantaggi della liberalizzazione del mercato?

La liberalizzazione del mercato energetico in Italia è iniziata circa 15 anni fa, con l’obiettivo di offrire ai clienti la possibilità di scegliere il proprio fornitore di energia elettrica e gas, rendendo così più competitivo il mercato energetico. Il continuo posticipo della data di fine del servizio tutelato rallenta in certo modo questo processo di totale liberalizzazione, fermo restando che comunque i consumatori sono liberi di richiedere una fornitura nel servizio tutelato o nel mercato libero. Nonostante ci sia ancora diffidenza e disinformazione tra la gente, il mercato libero per luce e gas offre in realtà una serie di vantaggi ai clienti:

  • Luce e gas con lo stesso fornitore
  • Offerte a prezzo bloccato (il prezzo del servizio tutelato, invece, varia ogni tre mesi)
  • Offerte vantaggiose e con prezzi competitivi
  • Miglioramento del servizio
  • Servizi aggiuntivi: assicurazioni per assistenza tecnica e servizi di consulenza

Molte aziende e piccoli commercianti stanno affidando sempre più frequentemente le loro utenze a fornitori attivi nel mercato libero, mentre per quanto riguarda il settore domestico si registra ancora un ritardo nello sviluppo di questo mercato. Quindi la maggioranza degli utenti preferisce ancora affidare luce e gas al servizio tutelato, anche se nell'ultimo anno si è registrato un importante aumento e sviluppo del mercato libero. Le offerte vantaggiose e il servizio clienti efficiente convincono sempre di più i clienti domestici a passare al mercato libero dell'energia elettrica e del gas.

Il mercato libero conviene davvero? Il numero di aziende che si affidano al mercato libero aumenta sempre di più, ma conviene davvero? Leggi il nostro articolo dedicato all'analisi del mercato libero dell'Autorità.

Cambia fornitore e risparmia

010.848.01.61

Commenti