Tu sei qui

Info su luce e/o gas

010.848.01.61

Come segnalare una fuga o perdita di acqua?

A chi fare la segnalazione per una perdita d'acqua all'impianto idrico?
E nel caso in cui non ci siamo accorti subito del danno, come comportarsi se ci è stata recapitata una bolletta con un importo molto elevato dovuto al guasto?

perdita acqua

A chi segnalare una perdita di acqua?

Le perdite accidentali di acqua sono eventi abbastanza frequenti. Nella maggior parte dei casi la rottura e i suoi effetti sono visibili e ci si accorge subito del guasto.
Chi dobbiamo contattare per risolvere questi problemi, un idraulico privato o la società che gestisce il servizio idrico?

In altri casi invece la fuga non è visibile poiché non affiora all'esterno causando una dispersione notevole di acqua. La perdita viene accertata solo andando a vedere il consumo al contatore, cosa che nessuno fa abitualmente. Cosa fare quindi se abbiamo ricevuto una bolletta dell'acqua con un importo spropositato dovuto a una perdita?


Cosa fare in caso di fuga o perdita di acqua?

La prima cosa da fare quando ci si accorge che c'è una perdita è chiudere l'erogazione dell'acqua agendo sul rubinetto generale.

Quando la perdita avviene dentro casa o comunque dopo il contatore dell'acqua bisogna chiudere la valvola generale dell'impianto. Negli appartamenti di solito il rubinetto è posizionato in bagno o in cucina, mentre nelle case indipendenti si trova vicino il contatore dell'acqua nell'apposito vano, sul muro perimetrale o in un pozzetto.

1. Chi chiamare in caso di fuga o perdita di acqua in casa?

Qualora la rottura riguardi il tuo impianto dell'acqua dovrai contattare un idraulico privato.

Per capire se il danno è dopo il contatore basta chiudere tutti i rubinetti ed andare a verificare il consumo al contatore: se questo continua a girare allora significa che c'è una perdita.

In questo caso la spesa per la riparazione del danno è a carico del proprietario dell'immobile poiché è sua cura sia la manutenzione sia la riparazione dell'impianto dell'acqua.
Anche eventuali risarcimenti per infiltrazioni richiesti da terze parti saranno sempre a suo carico. Ti consigliamo in ogni caso di conservare la fattura dei lavori effettuati per avere un documento che accerti la presenza del danno.
Nel caso in cui ci sia stato un consumo eccessivo di acqua è bene contattare anche la società che gestisce il contatore dell'acqua.

2. A chi fare una segnalazione per una perdita di acqua esterna?

Se la perdita di acqua è esterna alla nostra proprietà e avviene ad esempio da un pozzetto sulla strada, dovrai contattare il numero verde per le segnalazioni guasti dell'operatore che gestisce il servizio idrico nella zona. Se non sai qual è la società locale puoi vedere sulla bolletta dell'acqua oppure chiedere informazioni a un vicino.
Il numero verde per questo tipo di segnalazioni è sempre attivo 24 ore su 24.

Fai fare un check-up alla tua bolletta luce e gas!

...

Chi paga la bolletta in caso di fuga o perdita di acqua?

Se la perdita riguarda la tubatura dell'impianto idrico pubblico, il consumo eccessivo non viene addebitato al cliente. Se invece il danno alla tubazione risulta all'interno della proprietà privata a valle del contatore dell'acqua, il consumo è registrato dall'apparecchio e viene imputato sulla bolletta del cliente.
Il consumo eccessivo è addebitabile al cliente, tuttavia alcune aziende erogatrici del servizio prevedono degli sgravi quando viene accertato un danno. Alcune compagnie forniscono anche un servizio di assicurazione, come il Fondo Fughe Acqua creato da Hera, la multiutility con sede a Bologna.

La copertura assicurativa si paga attraverso le bollette dell'acqua e da diritto ad un rimborso della spesa per le perdite occulte.

In queste situazioni l'utente deve contattare il prima possibile la società che gestisce il servizio idrico. Questo poiché il tecnico dovrà accertare che ci sia stato effettivamete un danno che ha provocato il consumo anomalo di acqua.

Sai che esiste un bonus idrico? Il Bonus acqua è un’agevolazione fiscale, voluta dal Ministro dell’Ambiente e gestita direttamente dai comuni, che prevede agevolazioni sulle bollette idriche per le famiglie in situazioni di disagio economico.

Cosa fare con una bolletta elevata dovuta a una perdita di acqua occulta?

In alcuni rari casi è possibile non accorgersi immediatamente della perdita d'acqua. Questo può accadere ad esempio in una seconda casa che usiamo solo per le vacanze oppure quando la perdita non è visibile in superficie, poiché i tubi sono collocati nel sottosuolo o sotto la pavimentazione. Questa perdita può essere rilevata solo grazie alla lettura del consumo di acqua al contatore.
La perdita a volte viene scoperta successivamente quando ci viene recapitata una bolletta dell'acqua il cui importo è arrivato alle stelle. Cosa fare in questi casi?

Questi eventi costituiscono casi straordinari ed in genere è il fornitore stesso a sospendere il pagamento di una bolletta assolutamente sproporzionata rispetto al normale consumo. Se questo non avviene il cliente deve contattare il gestore e chiedere il ricalcolo dell'importo della bolletta.

Ti consigliamo di contestare la bolletta inviando una comunicazione scritta alla società tramite raccomandata A/R o via fax.

Qualora sussista invece un accertato malfunzionamento del contatore dell'acqua, l'onere non può essere in alcun modo addebitato all'utente. Questo avrà diritto allo storno della bolletta esosa, considerando i valori medi di consumo registrati nell'ultimo periodo.

Commenti