Tu sei qui

Info su luce e/o gas

010.848.01.61

Qual è il consumo medio di acqua di una famiglia?

L'acqua è una risorsa essenziale per la vita dell'uomo. E' importante farne un uso razionale anche per risparmiare sulla bolletta dell'acqua.
Scopri quant'è il consumo medio di acqua di una famiglia e come fare per diminuirlo.

consumi acqua

Quanta acqua consuma una famiglia?

In confronto agli altri paesi europei siamo degli spreconi per quantità di acqua potabile consumata. Utilizzare l'acqua con parsimonia non solo è rispettoso per l'ambiente e per il senso civico, ma può comportare anche un risparmio economico in bolletta.

Dietro ogni litro di acqua che consumiamo c'è un lungo processo. Inizialmente l'acqua prelevata subisce un trattamento di potabilizzazione, viene poi immessa nelle reti di distribuzione, utilizzata dagli utenti e infine le acque reflue vengono convogliate negli impianti di depurazione per abbattere gli inquinanti prima di essere definitivamente scaricate.

Puoi calcolare i tuoi consumi e provare con alcuni accorgimenti come è possibile abbassare i consumi di acqua.


La bolletta dell'acqua dipende dai consumi

In base al consumo registrato dal contatore viene fatturata al cliente la bolletta dell'acqua. L'Autorità competente ha stabilito come calcolare le bollette per i clienti domestici e non domestici. Nella fattura dell'acqua è presente una quota fissa annuale per il servizio acquedotto e una quota variabile in base ai consumi.

Lo sapevi che la bolletta dipende dal consumo di acqua?La quota variabile varia in base ai litri utilizzati e con consumi maggiori si viene penalizzati con una tariffa unitaria più elevata. Quindi meno si consuma più si risparmia!

Il costo per ogni metro cubo di acqua cresce secondo varie fasce di consumo. All'aumentare della quantità di acqua consumata il prezzo unitario prima raddoppia e superato un certo quantitativo oltre il limite fissato arriva anche a costare il quadruplo.

Quali sono i consumi di acqua di una famiglia?

Il consumo medio giornaliero di acqua è pari a circa 220 litri per persona. Il calcolo per una famiglia è presto fatto, basta moltiplicare il valore per il numero di componenti di una famiglia. Con l'aumentare del numero dei componenti intervengono nel calcolo economie di scala e quindi il consumo totale sarà inferiore alla somma.

L'ultimo censimento sull'acqua per uso civile dell'Istat risale all'anno 2012. In quest'anno il consumo giornaliero di acqua erogato agli utenti è stato pari a 241 litri per abitante. Un dato che fa riflettere è il volume delle dispersioni delle reti comunali di distribuzione dell'acqua che ammontano al 37% del volume totale immesso in rete che quindi non raggiunge gli utenti finali.

Il consumo medio di una famiglia media italiana è pari a circa 200 metri cubi all'anno.

Solo una piccola parte del totale è impiegata per cucinare e per bere mentre la maggior parte è usata per usi non alimentari: in bagno, per lavaggio di panni e stoviglie, per innaffiamento...
Il valore quindi può variare da famiglia a famiglia poiché ogni nucleo ha le proprie abitudini quotidiane e le sue necessità.

...

Quanta acqua si consuma in casa con gli elettrodomestici o in bagno?

I consumi di acqua dipendono naturalmente dal comportamento che hanno gli utenti. Per molti impieghi basta infatti solo un po' di accortezza per riuscire a risparmiare sul consumo e sulla spesa.
Ecco quant'è il consumo di acqua in una casa per:

  • lavastoviglie: 18/30 litri ogni lavaggio
  • lavatrice: 60/90 litri ogni lavaggio
  • scarico del gabinetto a cassetta: 8 litri
  • lavaggio denti con il rubinetto aperto: 30 litri
  • radersi la barba con il rubinetto aperto: 70 litri
  • farsi la doccia (10 minuti): 120 litri

Scopri in questo articolo quanta energia elettrica consumano gli elettrodomestici in casa.

La giornata mondiale dell'acqua è il 22 marzoE' stata istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 con lo scopo di sensibilizzare il pubblico sulla critica questione dell'acqua e della sostenibilità degli ambienti acquatici.

Come ridurre gli sprechi e diminuire il consumo di acqua?

Ogni volta che tiriamo lo sciacquone del gabinetto vanno via 8 litri di acqua. Se pensiamo che nei paesi meno fortunati 2 litri di acqua pulita sono il prezioso fabbisogno per la sopravvivenza dei bambini, ci rendiamo conto del valore di questa importante risorsa. Purtroppo nei paesi più sviluppati siamo abituati a sprecarne moltissima e non sarebbe male ottimizzarne i consumi anche per il risparmio economico che ne consegue.

  • Da un rubinetto aperto al massimo escono 8 litri di acqua al minuto e 480 litri in un'ora ossia quasi mezzo metro cubo di acqua.
  • Un rubinetto che perde 30 gocce d'acqua al minuto spreca 200 litri in un mese e 24 metri cubi d'acqua in un anno.

Per ridurre gli sprechi e diminuire il consumo possiamo inserire nei rubinetti i riduttori di flusso, che permettono di abbassare il consumo del 50%. I riduttori sono dei piccoli cilindri che si avvitano dentro al rubinetto e che miscelano l'acqua con l'aria. Il risultato che si ottiene è quello di "gonfiare" il volume di acqua che esce dal rubinetto con un bel getto diminuendo il consumo senza la sensazione che ci sia un filo d'acqua.

  • I consigli per ridurre gli sprechi e il consumo di acqua:
  • utilizzare i riduttori di flusso
  • usare più spesso la doccia rispetto alla vasca
  • chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti o ci si insapona
  • controllare che non ci siano perdite d'acqua o rubinetti che gocciolano
  • se la caldaia o lo scaldabagno è lontano dal bagno raccogliere l'acqua che scorre per raggiungere la temperatura calda in una bacinella e riusarla
  • usare una bacinella per lavare la verdura e utilizzare l'acqua corrente solo per l'ultimo risciacquo
  • usare una bacinella per sciacquare il rasoio
  • utilizzare lavatrice e lavastoviglie a pieno carico

Fai fare un check-up alla tua bolletta luce e gas!

...

Commenti