Tu sei qui

Luce-Gas.it per info attivazioni

010.848.01.61

010.848.01.61

Prendi un appuntamento

Come si fa ad attivare un contatore dell'Enel?

Vuoi sapere come attivare il contatore Enel?

Per far attivare un contatore dell'Enel è necessario contattare il fornitore di energia elettrica che hai scelto nel mercato libero, oppure il fornitore del servizio di maggior tutela responsabile nella tua zona.

In questa pagina sono descritte tutte le procedure da seguire per far attivare un contatore, sia se già presente nell'abitazione sia se ancora da installare.

 

Attivare un contatore in una vecchia casa

In un vecchio appartamento nel quale il contratto di fornitura è stato disdetto, è molto probabile che l'energia elettrica sia stata interrotta. Per riattivare il servizio di fornitura, dovrai contattare uno dei fornitori che vendono l'energia nel mercato libero o nel servizio di maggior tutela.

Lo sapevi che..
Con i nuovi apparecchi elettronici non è necessario un intervento del tecnico che viene a casa per effettuare l'attivazione, il comando infatti proviene da una centralina che riattiva il contatore a distanza.

E' importante sapere che non è il fornitore che fisicamente riattiva il contatore per poter far si che eroghi di nuovo energia. Una volta firmato il contratto con il fornitore, quest'ultimo provvede a contattare il distributore locale che si occupa di riattivare il contatore. Il distributore cambia da zona a zona e ce ne sono più di 130 in tutta Italia. Se vuoi trovare il tuo distributore dell'energia elettrica, clicca qui.

Ricorda che per attivare un contatore dell'Enel è indispensabile conoscere il codice POD che identifica in modo univoco l'utenza. Questo codice, che inizia sempre con IT (es. IT 001 E 12345678) , è facilmente reperibile da una qualsiasi bolletta relativa a quell'utenza, anche se si tratta di una bolletta di tanto tempo prima.
Se la casa è stata abbandonata e quindi disabitatata da tempo, oppure risulta difficile risalire al coniquilino precedente, l'unico modo per trovare il codice POD è inviare un fax al tuo fornitore locale di energia elettrica, comunicando i tuoi dati personali, nome, cognome e codice fiscale e l'indirizzo preciso della fornitura. Per sapere dove trovare il codice POD clicca qui.

Attiva la tua utenza in 5 minuti con Luce-Gas.it!
Chiama lo 010.848.01.61 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19.

Guarda il nostro video tutorial per la lettura del contatore elettronico.

Costo per attivare un contatore elettrico dell'Enel

Nel caso in cui il vecchio contratto del precedente inquilino è stato disdetto, il termine tecnico dell'operazione per la riattivazione dell'energia, è subentro.
Il costo di tale operazione dipende in base al fornitore che hai scelto come indicato nella tabella.
Nel servizio di maggior tutela il prezzo è stabilito dall'Autorità mentre nel mercato libero dipende da ciascun fornitore.

In entrambi i casi è prevista una quota fissa di 27,03 €, che va destinata al distributore locale.

Mercato Costo
Maggior tutela I costi definiti dall'Autorità sono:
  • quota fissa:  27,03 € oneri amministrativi
  • 23 € contributo fisso
  • 16 € imposta di bollo

Al costo totale nella maggior parte dei casi si deve aggiungere la quota del deposito cauzionale (circa 35€ per un'utenza con 3 kW di potenza impegnata).

Mercato libero

Nel mercato libero il prezzo comprende:

  • la quota fissa di 27,03 € per oneri amministrativi
  • quota stabilita da ciascun fornitore

Il fornitore può addebitare anche l'imposta di bollo di 16 € e il deposito cauzionale.

L'elettricità non è stata interrotta

Se quando arrivi nella nuova casa c'è ancora l'elettricità, ti puoi trovare in una delle seguenti situazioni:

  1. Esiste un contratto di fornitura attivo intestato a nome del precedente inquilino.
    In questo primo caso è possibile fare una voltura del contratto, ossia un cambio del nome mantenendo sempre il fornitore che aveva il vecchio inquilino. La voltura avviene senza interruzione dell'energia elettrica. 
  2. E' stata effettuata la disdetta del contratto ma ancora non è stato interrotto il servizio.
    Se il contratto è stato chiuso, l'interruzione della fornitura e quindi dell'erogazione dell'elettricità avverrà a breve. Il comando per staccare la corrente, come già detto, avviene a distanza e naturalmente senza preavviso.
    Per attivare il contatore a tuo nome, devi effettuare un subentro, che consiste nella riattivazione del contatore.

In occasione sia della voltura che del subentro hai la possibilità di scegliere un fornitore che vende energia elettrica attivo nel mercato libero. Il costo del subentro non varia se scegli un fornitore nel mercato libero rispetto al servizio di maggior tutela.

E' infatti possibile trovare offerte con tariffe che hanno un prezzo dell'energia più basso rispetto a quello delle tariffe tutelate stabilite dall'Autorità e che variano trimestralmente.
Nel mercato libero hai anche la possibilità di optare per un contratto a prezzo fisso, ossia che non cambia per tutta la durata del contratto, generalmente 1, 2 o 3 anni. Con una tariffa fissa prima di tutto puoi avere una stima più precisa della tua spesa, se i consumi rimangono più o meno simili nel tempo, ed in secondo luogo sei al sicuro da eventuali aumenti del prezzo dell'energia dovuti ad un incremento del prezzo del petrolio.

Teniamo a ricordare che il prezzo fisso si riferisce solo al prezzo dell'energia e che quindi se cambiano gli oneri stabiliti dall'Autorità oppure le tasse definite dallo Stato, anche la bolletta a prezzo fisso aumenta.

Un contratto a prezzo variabile invece segue l'andamento nel tempo del PUN, il prezzo unico nazionale il quale dipende, oltre che dal prezzo del greggio anche da molti altri fattori.
Per ulteriori dettagli sulla differenza tra il prezzo fisso e quello variabile, chiamato anche prezzo indicizzato, visita la nostra pagina dedicata.
Ti consigliamo di controllare le offerte disponibili nel mercato libero per trovare quella più conveniente e adatta alle tue esigenze. 

Per consultare le offerte di luce e gas presenti nel mercato libero, clicca su questo link.

Attivare un contatore in una casa nuova o in costruzione

Ti stai trasferendo in una nuova casa?
...
Confronta gratis 5 preventivi di ditte di trasloco.
Non affidarti al primo che capita. Clicca qui!
...

Cerchi un imbianchino per la nuova casa?
Ricevi un preventivo gratuitoClicca qui!

Nel caso in cui la casa è di nuova costruzione e non è stata mai abitata questi sono i possibili casi:

  • Casa in costruzione
    Per un'utenza ad uso cantiere è necessario eseguire un allaccio temporaneo,  clicca qui per i relativi costi. Sarà la  ditta che realizza i lavori ad indicarti i dettagli relativi all'utenza da richiedere come potenza impegnata...
  • Casa nuova sprovvista di contatore
    In questo caso devi effettuare un allacciamento. Per farlo puoi sempre chiamare direttamente un fornitore di tua scelta, anche nel mercato libero, il quale a sua volta contatta il distributore, il soggetto responsabile del lavoro. Ti sarà inviato un preventivo per la spesa, ed una volta accettato, entro 15 o 60 giorni (dipende dalla complessità del lavoro), verrà realizzato l'allacciamento. I costi dipendono dalla potenza richiesta e dalla distanza dalla cabina più vicina.
  • Casa nuova provvista di contatore
    Se è stato già effettuato l'allacciamento e l'installazione del contatore ma non c'è mai stata erogazione di energia elettrica devi solamente provvedere alla prima attivazione. Per farlo è necessario stipulare un contratto con un qualsiasi fornitore di energia elettrica.
    Tutte le considerazioni esposte precedentemente riguardo il subentro, sono valide anche in questa situazione.

In tutti i casi puoi notare come devi sempre rivolgerti al fornitore, anche per effettuare operazioni che sono di responsabilità della società di distribuzione. A seguito della liberalizzazione il distributore è indipendente da tutti i fornitori, sia del servizio di maggior tutela che dai fornitori attivi nel mercato libero.

Ricapitolando, per attivare un contatore devi prima di tutto scegliere un fornitore, nel mercato libero o nel servizio tutelato, assicurandoti che proponga l'offerta più conveniente e adatta alle tue esigenze.

Scegliere il miglior fornitore per la riattivazione del contatore

Vuoi cambiare fornitore e risparmiare? Chiama lo 010.848.01.61
O scegli l'offerta più conveniente sul comparatore luce e gas!

Il trasloco in una nuova casa è l'occasione ideale per fare la scelta giusta per la fornitura di energia elettrica ed optare per un'offerta del mercato libero.

Il servizio tecnico per attivare un contatore nel mercato libero è identico al servizio di maggior tutela, sia in termini di tempistiche per eseguire l'operazione, sia in termini di costi.

E' bene sapere che l'elettricità consegnata è sempre la stessa e la continuità del servizio è garantita (in caso di passaggio con contatore già attivo precedentemente). Inoltre non sono necessari lavori sull'impianto elettrico di casa, nè modifiche o spostamenti del contatore.
Il distributore, ossia la società che gestisce l'ultimo tratto della rete elettrica nazionale e il tuo contatore, in caso di cambio di fornitore rimane sempre lo stesso.
Tuttavia i fornitori differiscono l'uno con l'altro per il prezzo dell'energia, compreso nei servizi di vendita, e per il servizio clienti.